pesto di recupero alla Braccio di Ferro

Quella di oggi è una ricetta di super recupero. Martedì ho comprato degli spinaci perché avevo una gran voglia di mangiarmeli in insalata. 1 spinaciNel pulirli mi sono resa conto di quanto scarto avessero: i gambi e, nelle foglie più grosse, la parte centrale che non è certo adatta da mangiare cruda. Così ho tenuto in frigorifero gli scarti che sono diventati un pesto primaverile per tagliatelle di kamut. Non contenta del recupero degli spinaci, ho usato le bucce -che sto conservando da qualche tempo- delle cipolle, degli scalogni e dell’aglio. Anch’esse sono state lavate e conservate in frigorifero per l’occasione. Le bucce delle arance, che ho raccolto per tutto l’inverno, lavate e fatte seccare sul calorifero hanno completato il tutto.

Questa è la scuola o meglio il laboratorio di Lisa Casali, il suo blog si chiama Ecocucina e lo trovate qui. 6 bucceHo avuto occasione di conoscerla all’ultima edizione di “Fa’ la cosa giusta”, la sua filosofia è molto interessante e fa venire voglia di provarci. Nella mia storia di cucina familiare è stato sempre presente l’utilizzo di parti di scarto (broccoli, cavolfiore, finocchi, rape, ecc.), fatto un po’ di nascosto perché non era ben visto! “Che fai, la minestra con lo scarto?” Il laboratorio di Lisa, va oltre all’intuitiva mamma/nonna. Lei è terribilmente, piacevolmente scientifica!

pesto di recupero alla Braccio di Ferro

Ingredienti:

-75 g. di gambi di spinaci

-bucce di cipolla, scalogno, aglio seccati q.b.11 pesto gambi spinaci

-scorza di arancia seccata q.b.

-20 g. di pinoli

-olio e.v.o. q.b.

-sale q.b.

Procedimento:

facile, facile. Veloce, veloce. Ci si sente a disagio sotto al titolo così evidenziato! Se avete già seccato le bucce d’arancia dopo averle lavate, se avete seccato dopo aver lavato le bucce di scalogni, cipolle, teste d’aglio, se avete lavato i gambi di spinaci, non vi rimane che prendere il mixer e agire. Riunite il tutto aggiungete i pinoli e l’olio in modo che tutto sia ben amalgamato. Aggiungete olio fino ad avere la consistenza del pesto tradizionale. Salate. Ora non vi rimane che cuocere della pasta. Io ho scelto delle tagliatelle di kamut, scelta che è piaciuta assai. 🙂 !

3 tagliatelle kamut pesto spinaci

Per quanto riguarda le foto mi sono accorta di avere un problema all’obiettivo della macchina quindi scusatemi per quell’alone che c’è in mezzo! Beh, almeno non è il mio occhio!

2 commenti

  1. Enrica

    Veramente buono! brava Cristina!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Postils

- loitering on odds and ends -

Vegani in Viaggio

Racconti di viaggio ed informazioni utili per chi ama viaggiare

Patrizia Vaier®️

Life Style Vivere e pensare cruelty free

la balenavolante

blog di cucina vegan

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

Club del Giallo

Il blog degli amanti della letteratura gialla, noir e poliziesca

Best Indian Food Blog

Discovering all Indian food

Nel giardino di Rosita

Tutto quello che accade nel mio giardino e dintorni

The Plastic-Free Chef

Reducing Kitchen Waste

Shekkaballah's Suggestions

A simple and real life

Magie vegan di Chicca e non solo...

Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo!

Chiedi alla nutrizionista

La vita non è vivere, ma vivere in benessere.

Artnet News

cucina vegana per allergici e intolleranti

Diario di una cinica estetista

Vale tutto, purché sia intelligente.

Postils

- loitering on odds and ends -

Vegani in Viaggio

Racconti di viaggio ed informazioni utili per chi ama viaggiare

Patrizia Vaier®️

Life Style Vivere e pensare cruelty free

la balenavolante

blog di cucina vegan

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

Club del Giallo

Il blog degli amanti della letteratura gialla, noir e poliziesca

Best Indian Food Blog

Discovering all Indian food

Nel giardino di Rosita

Tutto quello che accade nel mio giardino e dintorni

The Plastic-Free Chef

Reducing Kitchen Waste

Shekkaballah's Suggestions

A simple and real life

Magie vegan di Chicca e non solo...

Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo!

Chiedi alla nutrizionista

La vita non è vivere, ma vivere in benessere.

Artnet News

cucina vegana per allergici e intolleranti

Diario di una cinica estetista

Vale tutto, purché sia intelligente.

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

conilsennodipoi

cucina vegana per allergici e intolleranti

Izy Hossack - Top With Cinnamon

Flexitarian & Baking Recipes from Londoner, Izy Hossack

La dispensa verde

Ritorno agli antichi saperi della cucina

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: