barretta energetica agli spinaci

Che sorpresa avete trovato nell’uovo di Pasqua? Io dentro all’uovo (si fa per dire) ho trovato una splendida sorpresa… curiosi, eh?1cup america Stefano e &co sono stati in vacanza a N.Y. e mi hanno portato tutti quei misurini e, sono tantissimi, che servono per preparare piatti americani. Per chi non lo sapesse lì, in cucina, è il volume degli ingredienti che viene preso a misura, non il peso. Tutto viene misurato in tazze, in cucchiai e in cucchiaini (1 cup, ½ cup, 1/3 cup, ¼ cup, 1Tbsp, ½ Tbsp, 1tsp, ½ tsp, ¼ tsp). Naturalmente quello che succede è che 1 cup di cacao pesa diversamente di 1 cup di malto. Esistono dei convertitori di misura ma non ci sono tutti gli alimenti e sono di difficile uso. Bene, ora mi chiederete perché così tanta voglia di giocare come una bambina con i misurini a fare i travasi…? Chiedetemelo! Perché ho scoperto una foodblogger inglese, Katie,  che fa splendidi dolci vegani. È lì che ho trovato la ricetta per il gelato banana-spinaci… e ho scelto un’altra ricetta dolce sempre a base di spinaci con cui cimentarmi con i miei misurini.

immagine gentilmente offerta dal web

immagine gentilmente offerta dal web

Tra le molte ricette ho scelto una barretta energetica per le Olivia che continuano ad allenarsi, la giornata della maratona si avvicina! Quindi quello che avevo in mente era di rifarla e convertire le misure di volume in misure di peso e renderle disponibili a tutti. Invece, sul più bello mentre cucinavo questa mattina all’alba, ho visto comparire sul display della mia bilancia elettronica un “Lo” drammatico… batterie scariche, scorte non ne avevo in casa, i negozi erano ancora chiusi e io ero già con le mani in pasta… ecco! Così vi ritroverete alcune misure in grammi e altri in cup, però vi prometto che rifarò la ricetta (è buona da matti!) e aggiornerò il post con le conversioni in grammi. Che pasticciona!

La ricetta originale la trovate qui il suo nome è: mint chocolate Nanaimo Bars. L’ho un po’ modificata anche perché non sono stata ben accorta con la spesa e qualche sorpresa c’è sempre quando si prova una ricetta nuova. Si tratta di un dolce a tre strati, qui sotto la loro preparazione:

spinachbars18

spinachbars16

barretta energetica agli spinacispinachbars2

crust layer, ovvero il primo strato
Ingredienti versione 1:
-1/2 cup di mandorlespinachbars3
-1/2 cup di cocco disidratato
-4 datteri (90 g.)
-un pizzico di sale
Ingredienti versione 2:
-1/4 cup di mandorle
-1/4 cup di anacardi (40 gr.)
-1/2 cup di cocco disidratatospinachbars9
-4 datteri (90 g.)
-un pizzico di sale
-2 tbsp cacao
Procedimento:
ho preparato due volte il primo strato perché era sproporzionato alla quantità del secondo e nonspinachbars7 volendo buttare via… così ne ho fatto un’altra versione con cacao, per altro suggerita da Katie, miscelando mandorle e anacardi rimasti. Anche qui basta mettere il tutto in un robot da cucina e lasciar bene sbriciolare e amalgamare. Con l’aiuto della carta da forno preparate una mattonella e mettetela in frigorifero.

cream layer, ovvero il secondo stratospinachbars4
Ingredienti:
-160 g. di anacardi
-un pizzico di sale
-40 g. di olio di cocco
-60 g. di malto di riso
-70 g. di spinaci foglie
-15 g. di menta fresca
Procedimento:
mettete in ammollo gli anacardi la sera (almeno 8 ore). Asciugateli bene con un panno. spinachbars6Versate tutti gli ingredienti in un robot da cucina e frullateli bene. Riponete in frigorifero. La ricetta originale prevedeva l’estratto di menta che non ho trovato nel negozio bio e che ho sostituito con della menta fresca che cresce spudoratamente in un vaso sul mio balcone. Occoreva anche della vaniglia ma, ahimè, la mia, dimenticata nello scaffale, era scaduta. Accidenti!

Chocolate layer ovvero il terzo stratospinachbars11
Ingredienti:
-1/2 cup di cacao amaro (40 g.)
-1/2 cup di olio di cocco (80 g.)
-2 Tbsp di malto di riso (60 g.)
Procedimento:
miscelate il tutto con l’aiuto del robot e sistemate in un contenitore che deve avere la stessa dimensione della mattonella che avete preparato perché la andrà a rivestire. E qui casino, panico, cercare disperatamente qualcosa in cucina… trovato! E sistemate il contenitore in congelatore per 10 minuti circa, poi estraetela e tagliatela a misura! Questa è la cosa più difficile!
La quantità ottenuta è un po’ scarsa per cui lo strato è veramente sottile. Se lo volete più spesso dovete raddoppiare le dosi.

Assemblaggio:
recuperate la vostra mattonella dal congelatore, spalmatela con lo strato verde agli spinaci e terminate con lo strato di cioccolato. Riponete tutto ancora nel congelatore, lì si può mantenere per lungo tempo. Tagliatela a pezzi: avrete la vostra dose di sana energia dopo gli allenamenti.

spinachbars13
Sull’olio di cocco:
tutti gli ingredienti sono bio, sottolineo in particolare l’olio di cocco. L’olio di cocco è solido quindi prima di usarlo dovete scaldarlo.

Una delle Olivia è passata di qua ad assaggiarla. C’è stata qualche difficoltà nel tagliare la barretta perché il cioccolato di copertura si rompeva un po’ dove voleva lui. La prossima volta mi consiglio già di porzionare il tutto. Si può anche presentare in tavola come dessert così come è e dividerlo lì per lì con i golosi. A voi la scelta. Sono abbastanza soddisfatta della realizzazione della ricetta, ringrazio Katie. 

Annunci

3 commenti

    Trackback

    1. io respiro, tu respiri, la terra respira | broccolo&carota
    2. Carnaroli con spinaci e mandorle | broccolo&carota
    3. tortina raw all’avocado | broccolo&carota

    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

    The Zero-Waste Chef

    No packaging. Nothing processed. No waste.

    artnet News

    cucina vegana per allergici e intolleranti

    Diario di una cinica estetista

    Vale tutto, purché sia intelligente.

    Nel Mondo del Giardinaggio

    Giardinaggio, natura e tanto altro!

    conilsennodipoi

    cucina vegana per allergici e intolleranti

    Izy Hossack - Top With Cinnamon

    Awesome Recipes from London Student, Izy Hossack

    La dispensa verde

    Ritorno agli antichi saperi della cucina

    LM

    cosa leggono i passeggeri nei vagoni affollati?

    Nel giardino di Rosita

    Tutto quello che accade nel mio giardino e dintorni

    ____________Mille Nuovi Orizzonti__________

    Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

    londarmonica

    uno specchio sulle possibilità

    GasDelSito

    gruppo di acquisto solidale

    feel free, naturalmente, gluten free

    Il buon cibo è anche gluten free

    Briciolanellatte Weblog

    Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

    ravanellocurioso

    Chef Anarco Vegan

    la tana del riccio

    ..with my own two hands..

    The Zero-Waste Chef

    No packaging. Nothing processed. No waste.

    artnet News

    cucina vegana per allergici e intolleranti

    Diario di una cinica estetista

    Vale tutto, purché sia intelligente.

    Nel Mondo del Giardinaggio

    Giardinaggio, natura e tanto altro!

    conilsennodipoi

    cucina vegana per allergici e intolleranti

    Izy Hossack - Top With Cinnamon

    Awesome Recipes from London Student, Izy Hossack

    La dispensa verde

    Ritorno agli antichi saperi della cucina

    LM

    cosa leggono i passeggeri nei vagoni affollati?

    Nel giardino di Rosita

    Tutto quello che accade nel mio giardino e dintorni

    ____________Mille Nuovi Orizzonti__________

    Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

    londarmonica

    uno specchio sulle possibilità

    GasDelSito

    gruppo di acquisto solidale

    feel free, naturalmente, gluten free

    Il buon cibo è anche gluten free

    Briciolanellatte Weblog

    Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

    ravanellocurioso

    Chef Anarco Vegan

    la tana del riccio

    ..with my own two hands..

    Le delizie di Feli

    A tavola... con i "senza" - Vegan con gusto

    Passato tra le mani

    Frammenti di una cucina an(n)archica e allegra.Ma non solo!

    la balenavolante

    ricette vegan, autoproduzione e libri

    Parole Vegetali

    cucina vegana per allergici e intolleranti

    Salutiamoci

    cucina vegana per allergici e intolleranti

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: