street food di un venerdì di primavera

Mi sono fatta un regalo! Mi sono comprata la macchinetta per fare gli spaghetti di verdure. In pratica è una sorta di affettatrice che permette di tagliare la verdura in fili dalle dimensione di spaghetti fino a quelle delle tagliatelle. L’ho acquistata perché pensavo che mi sarebbe stata pratica per qualche preparazione, in realtà da quando abita la mia cucina (sempre più stretta) è sempre al lavoro. gaia spaghetta1Strumento quasi indispensabile per i crudisti, mi consente di preparare più in fretta le verdure e dare a loro una piacevole presentazione. Venerdì la macchinetta è stata il gioco preferito di Gaia: con le dovute raccomandazioni e sotto il mio sguardo attento si è divertita a trasformare le verdure in lunghi spaghetti. La mattina l’abbiamo trascorsa ai giardini pubblici dove abbiamo fatto conoscenza di due cavalli meravigliosi della polizia. – Nonna, come sono grandi! -. Gentilmente ci è stata offerta la possibilità di accarezzarli, di sentire il loro pelo, di guardarli negli occhi, di osservare le grandi narici dilatarsi. La bocca si muoveva e la paura di una calorosa leccata sulla guancia ci intimidiva un po’. Nella zona giochi ha subito fatto amicizia con due bambini un po’ più grandi di lei. Si sono presentate: – Io mi chiamo nome e cognome, ho quattro anni, io ne ho cinque, e io sei. Mia mamma si chiama: nome e cognome, mio papà si chiama nome e cognome. Io ho un fratello piccolo che si chiama nome e cognome, io ho una sorella grande che va a scuola, io sono figlia unica. – Seguivo la loro presentazione e in pochi minuti le tre bimbe si erano scambiate i dati anagrafici (certificati di nascita, residenza, stato civile, …), i loro prossimi impegni (questa sera parto e vado…, io sabato vado alla prima Comunione di mio cugino, io quando finisce la scuola vado in Sicilia con la mia nonna, …): erano già tre grandi amiche! Quando siamo tornate a casa Gaia, cammin facendo, mi proponeva un risotto con i piselli… a me era venuta una voglia di mangiare qualcosa di diverso, qualcosa di più informale… e poi, volevo farla giocare con la macchina fabbrica-spaghetti… velocemente ho impastato un po’ di farina e ho preparato dei chapati, pane non lievitato indiano che viene cotto in padella o su una piastra. Ho lavato e mondato delle verdure e le ho fatte affettare dalla mia aiutante. Ho scaldato la wok e la piastra. Nella wok ho saltato le verdure con della masala. Nel tempo di attesa del pane sono riuscita anche a preparare la maionese vegana, quella che fino a poco tempo fa si chiamava mariolese! Ho steso la pasta del chapati che ho cotto sulla piastra ben calda. Quello che ne è venuto fuori è stato un pranzo street food gustosissimo! Ecco le tre preparazioni:

street food23

street food di un venerdì di primavera

per le verdure:street food16

Ingredienti per due golose e più:

-una zucchina

-un pezzo di daikon

-un cipollotto

-una carota

-una manciata di piselli sgranati

-olio e.v.o.

-sale q.b.

-1/2 cucchiaino di masala (semi di coriandolo, cumino, curcuma, semi di senape, anice stellato, fieno greco, peperoncino, alloro, foglie di curry)

Procedimento:

lavare, mondare e affettare sottilmente le verdure. Se non avete la macchinetta magica fate piccoli pezzetti. Nella wok, se non l’avete potete usare una pentola per saltare la pasta, versare l’olio e aggiungere la masala. Mescolare per qualche minuto poi aggiungere le verdure a cominciare dalle carote a cui serve più tempo per cuocere. Le verdure devo ammorbidirsi ma rimanere belle croccanti. Salare.

Naturalmente potete variare le verdure a seconda della stagionalità. È anche un buon sistema per terminare le verdure della settimana.

street food23

per il chapati100_1116

Ingredienti per 10-12 chapati:

-2 cups di farina integrale di grano*

-1/2 cup di acqua

-sale q.b.

-2 tbsp di olio e.v.o.666

Procedimento:

versare la farina in una ciotola, salare, aggiungere l’olio e infine l’acqua, e lavorare con le mani per 10 minuti fino ad ottenere un impasto omogeneo elastico, non secco e non appicicoso. Lasciatelo riposare per almeno 10 minuti coperto con un panno. Riprendete a manipolare l’impasto per ricavarne delle palline piccole come delle pesche. Passate nella farina integrale e tiratele con il mattarello affinche si formino dei dischi sottilissimi. Cuocere in un tegame o su una piastra da entrambi i lati. Il chapati è buono caldo. Potete sistemarli in un panno in modo da conservarne il calore.664

*in questa ricetta ho utilizzato il grano integrale come da ricetta originale. È possibile sotituire con un altro cereale come il kamut o il farro sempre integrale. Nella ricetta originale è presente il burro che ho sostituito con l’olio e.v.o.

Il chapati è il pane più diffuso in India. Non contiene lievito ma solo farina, acqua e sale. In India viene cotto su una padella di ferro che si chiama tawa che diffonde il calore in maniera uniforme.

mayonese vegan

la ricetta ROCK-IN’-MAYO è di CescaQ.B. e vi invito a vedere il suo divertentissimo video qui gaia mariolese1

Ingredienti:

-125 ml. di latte di soya

-125 ml. di olio di semi di girasole

-13 g. di limone

-7 g. di senape

-3 g. di sale

-curcuma q.b.

Procedimento:gaia mariolese2

dopo aver bene dosato gli ingredienti vi basta sistemarli nel frullatore o nel bicchiere alto e lavorarli per 1 minuto con il mixer.

Assemblaggio:

non vi resta che riempire i chapati con la verdura e la mayonese vegan, arrotolare e mangiare con gusto, e non dimenticatevi di leccarvi le dita! In alternativa se siete meno sportivi potete sempre farvi un formato spizza!

                                         street food11 street food18 street food25

– Sai, nonna… per risolvere ogni problema, facciamo che io mi finisco la maionese! –

Quale era il problema? ;))))

 

Annunci

7 commenti

  1. ma che ricetta golosa, anzi golosissima! lo spiralazer per le verdure è da un paio d’anni che vorrei comprarlo, ma ci credi che non so più dove mettere la roba in cucina? non ci sta più uno spillo! amo il chapati, e così ben riempito, deve essere veramente buono. Un abbraccio grande anche alla tua preziosa aiutante.

  2. Ciao Cri, chissà se lo trovo anche qui in qualche negozietto questo aggeggio per spaghettare la verdura.. all’inizio ero un po’ scettica.. chissà se lo userò.. sarà facile da pulire.. poi vedendo le ricette che ne vengono fuori penso che potrebbe essere un incentivo per me a mangiare più piatti crudi. In questo senso lo vedo un ottimo investimento 🙂 ps. bellissime le foto, gioia pura!!!

  3. ma dove sei riuscita a trovare la macchinetta per tagliare le verdure come spaghetti. Io l’ho cercata a Udine ma non l’ho trovata. Complimenti per il blog

Trackback

  1. tagliatella di daikon con piselli e cocco | broccolo&carota
  2. insalata di cavolo cappuccio verde | broccolo&carota

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Free Animals, Loved & Respected

There are no words to justify the extermination Animal

Diario di una cinica estetista

Vale tutto, purché sia intelligente.

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

conilsennodipoi

cucina vegana per allergici e intolleranti

Izy Hossack - Top With Cinnamon

Awesome Recipes from London Student, Izy Hossack

La dispensa verde

Ritorno agli antichi saperi della cucina

LM

cosa leggono i passeggeri nei vagoni affollati?

LACUCINADILUX

mangia bene!! vivrai meglio...

Nel giardino di Rosita

Tutto quello che accade nel mio giardino e dintorni

____________Mille Nuovi Orizzonti__________

Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

londarmonica

uno specchio sulle possibilità

GasDelSito

gruppo di acquisto solidale

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

la tana del riccio

..with my own two hands..

Le delizie di Feli

A tavola... con i "senza" - Vegan con gusto

Passato tra le mani

Frammenti di una cucina an(n)archica e allegra.Ma non solo!

Free Animals, Loved & Respected

There are no words to justify the extermination Animal

Diario di una cinica estetista

Vale tutto, purché sia intelligente.

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

conilsennodipoi

cucina vegana per allergici e intolleranti

Izy Hossack - Top With Cinnamon

Awesome Recipes from London Student, Izy Hossack

La dispensa verde

Ritorno agli antichi saperi della cucina

LM

cosa leggono i passeggeri nei vagoni affollati?

LACUCINADILUX

mangia bene!! vivrai meglio...

Nel giardino di Rosita

Tutto quello che accade nel mio giardino e dintorni

____________Mille Nuovi Orizzonti__________

Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

londarmonica

uno specchio sulle possibilità

GasDelSito

gruppo di acquisto solidale

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

la tana del riccio

..with my own two hands..

Le delizie di Feli

A tavola... con i "senza" - Vegan con gusto

Passato tra le mani

Frammenti di una cucina an(n)archica e allegra.Ma non solo!

la balenavolante

ricette vegan, autoproduzione e libri

Parole Vegetali

cucina vegana per allergici e intolleranti

Salutiamoci

cucina vegana per allergici e intolleranti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: