riso rosso con salsa allo scalogno e topinambur

cuoreGaia13

– Lo sai, nonna, che noi non sentiamo solo con le orecchie? Noi sentiamo con tutto il corpo. – Sì, è lei: la “meravigliosa” che è tornata a trovarmi venerdì. Quella che rimane meravigliata e con la bocca spalancata sono io! Riflessioni profonde per i suoi quasi 5 anni, e pensare che ci sono degli adulti che questa cosa non l’hanno ancora sperimentata. Sarà l’innocenza dei bambini, sarà che con me ha sempre più un contatto profondo nel raccontarmi le sue emozioni, i suoi desideri. Venerdì in particolare era particolarmente “sintonizzata” a cogliere i bisogni e le necessità sue e mie. Mi sono commossa più volte per questa incredibile sintonia. Le coccole al gatto, e poi la richiesta di poter disegnare: – Mi fai disegnare, nonna? – E io pronta ad offrirle i molti materiali che le metto sempre a disposizione: matite, acquarelli, tempere, gessetti, cere. La scelta del materiale mi comunica il suo stato d’animo, i suoi bisogni. – Voglio gli acquarelli e un foglio grande. – Servita della carta mi chiede se le bagno il foglio con la spugna ma poi cambia idea. Finalmente l’ho di nuovo vista libera di dipingere colore, solo colore al di là delle forme. L’ho osservata con grande piacere giocare miscelando i colori sul foglio. – Nonna, che colore è il colore porpora? – Spiegare il colore porpora, (come le è venuto in mente?) non è proprio semplicissimo. – È un viola che è un po’ rosso… – e allora la ricerca del porpora si è spostata dal foglio all’acqua che serve per pulire i pennelli… – E così, nonna? – Che bello, mi sono detta, arriviamo alla pura essenza dell’essere colore. Sì, perchè il colore è un essere… – Noi siamo due artiste! – mi dice.

Durante le vacanze di Natale abbiamo provato la tecnica del feltro: dalla lana cardata alla realizzazione di un grande cuore in feltro. Il processo richiede attenzione per preparare trama e ordito con la lana che poi vengono insaponati e lavorati prima delicatamente e poi con sempre più energia fino all’infeltrimento. Spalmare con le mani il sapone fino a farne una schiuma morbida è un bellissimo gioco. Lavorare la lana, riscalda anche se siamo con le mani bagnate e non solo il corpo ma anche l’animo.

cuoreGaia9  cuoreGaia2

  cuoreGaia14  cuoreGaia3

Non è mancato il momento cucina con una preparazione un po’ lunga ma che ha soddisfatto ampiamente sia il momento gioco che il momento gustativo.

riso rosso scalogno topinambur16  

S’imparano tante cose cucinando: un po’ di scienze, P1080553un po’ di manualità, un po’ di fotografia, un po’ di composizione,… ma soprattutto è in quel momento, quando le mani sono impegnate, che  l’anima si libera e si comincia a parlare. Ci sono segreti da regalare, ci sono domande che non hai mai avuto il coraggio di fare, ci sono piccoli ma anche grandi dispiaceri da condividere, ci sono i – Ti ricordi, nonna, quando noi… –. E quel noi, e quei ricordi lontani (come fa a ricordare episodi così distanti nel tempo, rimarrà un mistero!)

Che bello è essere nonna!

riso rosso scalogno topinambur7

riso rosso con salsa allo scalogno e topinambur

ingredienti per una nonna e una bimba:riso rosso3

-120 g. di riso rosso Ermes

-3 scalogni

-3 topinambur

-1 spicchio d’aglio

-olio e.v.o q.b.

-foglie di salvia fresche

-sale marino integrale q.b.riso rosso6

-3 cucchiaini di panna di soya homemade

Procedimento per il riso:

cuocere il riso in acqua salata per circa 30 minuti. Scolare.

Procedimento per la salsa di scalogno:

pulire gli scalogni (Gaia si ricordavriso rosso scalogno topinambur8a perfettamente di averlo già fatto: – Quando poi nonna abbiamo fatto la pasta con le more… nonna, ti ricordi?) e affettarli. In una padella versare dell’olio e cuocerli aggiungendo le foglie di salvia, salare.

Pulire i topinambur e affettarli sottilmente. Cuocere i topinambur con un po’ olio in una padella, salare. Asciugarli con il panno carta. Nel mixer unire, una volta raffreddati gli scalogni cucinati e qualche cucchiaino di panna da cucina. Quello che dovete ottenere è una salsa densa. Aggiustate di sale e se necessario unite ancora un po’ olio. Tutto pronto!

riso rosso scalogno topinambur9Ora non vi resta che impiattare: io e Gaia ci siamo divertite con il nuovo giocattolo da cucina che magicamente prepara dei cubetti di riso, regalo di Natale che non avevo ancora provato!

Grazie, ritastefanoedoardo.gaia riso rosso cubetto

Si è deciso insieme come impiattare e Gaia ha scattato le foto! Divertente vederla girare intorno al tavolo o salire sulla sedia per trovare inquadrature strane. Alcune foto sono un po’ mosse, questo perché la macchina fotografica è ancora troppo grande per le sue manine.

WP_001150

Unico problema non è stato scaricare 70 fotografie ma scegliere quelle da pubblicare!

  riso rosso scalogno topinambur8

10 commenti

  1. Non c’è NULLA di più bello di questi momenti di vita intensa!!!

  2. Che belle cose che fai con i tuoi nipoti! Complimenti a te oltre che alla piccola artista! Ottimo il riso rosso, piace tanto anche qui!

    • Ciao Daria, che piacere la tua visita. Grazie. “fare cose” con i bambini mi piace molto. Ho insegnato pittura e yoga ai piccoli e ai più grandicelli per molto tempo e da quando sono arrivati i nipoti sono tornata a divertirmi ancora. Un abbraccio.

  3. Grandiosa tua nipote! Un abbraccio a tutte e due

  4. Ciao Cri, che meraviglia che siete!
    Ma esiste addirittura un attrezzino per cubettare il riso??? Fantastico!!! Ne ignoravo l’esistenza. Posso vivere con un paio di pantaloni, un paio di scarpe, ma quando si tratta di questi attrezzi da cucina… non so resistere!!
    Il topinambur anche è una scoperta recente… l’ho provato giusto in una vellutata… al mio compagno è piaciuto moltissimo e mi chiede di provarlo ancora, magari proviamo con questo riso! I tuoi piatti sanno essere sempre di ispirazione!

Trackback

  1. riso rosso e pak choi | broccolo&carota
  2. vellutata topinambur | broccolo&carota
  3. riso rosso Ermes con peperoni e cacao | broccolo&carota

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Postils

- loitering on odds and ends -

Vegani in Viaggio

Racconti di viaggio ed informazioni utili per chi ama viaggiare

Patrizia Vaier®️

Life Style Vivere e pensare cruelty free

la balenavolante

blog di cucina vegan

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

Club del Giallo

Il blog degli amanti della letteratura gialla, noir e poliziesca

Best Indian Food Blog

Discovering all Indian food - TRAVEL and FOOD

Nel giardino di Rosita

Tutto quello che accade nel mio giardino e dintorni

The Plastic-Free Chef

Reducing Kitchen Waste

Shekkaballah's Suggestions

A simple and real life

Magie vegan di Chicca e non solo...

Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo!

Chiedi alla nutrizionista

La vita non è vivere, ma vivere in benessere.

Artnet News

cucina vegana per allergici e intolleranti

Diario di una cinica estetista

Vale tutto, purché sia intelligente.

Postils

- loitering on odds and ends -

Vegani in Viaggio

Racconti di viaggio ed informazioni utili per chi ama viaggiare

Patrizia Vaier®️

Life Style Vivere e pensare cruelty free

la balenavolante

blog di cucina vegan

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

Club del Giallo

Il blog degli amanti della letteratura gialla, noir e poliziesca

Best Indian Food Blog

Discovering all Indian food - TRAVEL and FOOD

Nel giardino di Rosita

Tutto quello che accade nel mio giardino e dintorni

The Plastic-Free Chef

Reducing Kitchen Waste

Shekkaballah's Suggestions

A simple and real life

Magie vegan di Chicca e non solo...

Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo!

Chiedi alla nutrizionista

La vita non è vivere, ma vivere in benessere.

Artnet News

cucina vegana per allergici e intolleranti

Diario di una cinica estetista

Vale tutto, purché sia intelligente.

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

conilsennodipoi

cucina vegana per allergici e intolleranti

La dispensa verde

Ritorno agli antichi saperi della cucina

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: