Due in un colpo: ultimo venerdì di cucina con i nipoti.

Quando arrivano sono decisamente su di giri. 20150731_103933Mi era stato anticipato dalla mamma. Lungo il percorso per arrivare, papà e mamma hanno assistito a una divertente discussione tra i due bambini sul menù. Sono allegri e entusiasti di venire insieme a casa della nonna Kiss. Luca, Crapa Pelà, vorrebbe la polenta con le lenticchie, Gaia il riso con i ceci. Riesco a metterli d’accordo per un riso con lenticchie e sono salva! Solo l’idea di tenere accesi i fornelli a lungo mi fa stramazzare a terra. Devo dire che venerdì siamo stati graziati e la temperatura non era così elevata come le scorse settimane e questo ci ha permesso di andare ai nostri amati giardini di Porta Venezia (ovvero i giardini “Indro Montanelli”, io non riesco proprio a chiamarli con il nuovo nome!) senza schiattare lungo la strada. Lui ha camminato saltellando e ripetendo continuamente l’avviso che si sente sulla banchina della metropolitana: “Non superare la linea gialla”. I treni sono la sua passione. 😉 Attrezzata con il passeggino per un rientro veloce nel caso le gambette fossero troppo stanche, siamo arrivati facendo le nostre soste premio come quella della griglia dell’aria condizionata che soffia dall’asfalto e 20150731_103950che fa alzare le gonne (come nel film “Quando la moglie è in vacanza” con Marilyn Monroe ma lei ancora non lo sa!) – Peccato, nonna, che oggi ho i calzoncini! – e volare i pezzettini di carta che vengono appoggiati sopra. – Luca, non raccogliere schifezze da terraaaa! – All’area attrezzata i bambini erano pochi, le vacanze sono iniziate, e si è potuto condividere i giochi senza litigare per ben un’ora. Gaia si è sperimentata con il percorso in equilibrio. Anche lui! Sorretto dalla nonna e cantando a squarciagola la canzoncina: “Questa è la danza del serpente che vien giù dal monte… “ Il percorso costruito con legni sovrapposti a diverse altezze termina in una consumata testa di serpente con tanto di lingua arancione che spunta fuori da un sorriso scolorito. Lingua che lui ha tirato cercando di portarsela a casa! – Lucaaa! – Quando si è stancato, lui, ha pensato bene di mettersi seduto comodo sopra al rettile e bloccare il gioco dei più grandi. E così la sorella ha cambiato le regole del gioco e il divertimento è continuato strisciando come serpenti lungo tutto il percorso: il sibilo del rettile è una variante per monelli. Naturalmente, come sempre succede,20150731_104012 si fa amicizia con gli altri bimbi e poi, allo scadere del tempo, si litiga (gli adulti non intervengono mai?!) così l’unica possibilità è di cambiare zona e dirigersi a fare visita alle tartarughe, alle papere e alle grosse carpe. Qualcuno aveva – ahimè, non si fa!- comune di milanobuttato del pane nell’acqua e questo ci ha permesso di vedere anatre, pesci e tartarughe cibarsi tutti insieme. Gaia era già pronta a raccogliere i ricci dei platani prematuramente caduti a terra, insomma il solito bottino che è finito nel passeggino per la felicità di mamma e papà! 😉 Anche lui! – Nonna pungeee! – “GUARIN GUARAN…GUARISS NO’INCOEU GUARIS DUMAN!!!” bacetto sul dito compreso. Gaia commentava saggiamente: – Con me, ha sempre funzionato! –

20150731_11203420150731_11193120150731_11175420150731_111239

L’ora del pranzo è arrivatathai zucchine lenticchie rosse6 proprio mentre Luca cominciava a dare segni di malumore. Quando lo coinvolgo nella preparazione del pasto si calma: un’espressione felice gli compare sul faccino. Che brutta cosa la fame! Tutti pronti per aiutare la nonna. C’è chi ha aiutato a versare le lenticchie rosse dal barattolo e ha rovesciato il riso Thai per terra. Lui! E non è imperizia! Chi ha abilmente lavato le zucchine. Lei! La curcuma è piaciuta molto, anche se a lui ha fatto venire le manine gialle e una certa preoccupazione: – Nonna, pulisci mani. – Una volta ridotte le zucchine a julienne e sistemate in un piatto in mezzo al tavolo nell’attesa sono state rubate.

thai zucchine lenticchie rosse10 thai zucchine lenticchie rosse9

Anche da lui che le zucchine non le voleva! – Queste sono zucchine speciali, zucchine africane! – Avete mai mangiato le zucchine crude? Sono davvero buone! Gaia ha apparecchiato e ha deciso di riprovare a usare i bastoncini, come la nonna, per mangiare il riso tailandese. Anche lui! Solo la fame l’ha convinto a usare il cucchiaio. Raccolgo ancora oggi resti di lenticchie rosse volate per aria come coriandoli! Lei abilissima!

      thai zucchine lenticchie rosse19 thai zucchine lenticchie rosse18

      thai zucchine lenticchie rosse22  thai zucchine lenticchie rosse23

thai zucchine lenticchie rosse27

Il pranzo ha risollevato il buonumore di Luca e anche l’energia 😉 è tornata!aresluglio15

Rincorre il povero gatto, sgridandolo a gran voce. Ares è disperato. Quando c’è lui sa che non avrà pace.

– Dov’è il gatto, nonna? Non c’è più! – L’ho scovato, rintanato in un angolo del bagno che cercava di dormire. E non ho detto nulla! Povero!

E, mentre il gatto dorme, Gaia e Luca vi salutano allegramente dalla cucina. Li rivedremo a settembre: è ora di andare in vacanza!

thai zucchine lenticchie rosse13

riso Thai con lenticchie rosse e volanti

Ingredienti per due nipoti affamati e una nonna

-150 g. di riso Thaithai zucchine lenticchie rosse5

-150 g. di lenticchie rosse decorticate

-3 zucchine piccole

-1/2 cucchiaino di curcumathai zucchine lenticchie rosse8

-coriandolo fresco q.b.

-sale marino integrale q.b.

-olio e.v.o. q.b.

Procedimento:

lavate il riso sotto il getto d’acqua fresca. Cuocete il riso: il rapporto con il liquido è di 1:2. Aggiungete all’acqua la curcuma che darà al riso un bel colore giallo. Salate. Il tempo di cottura è di 10 minuti, cuocete coperto, spegnete allo scadere del tempo e lasciate che il riso assorba tutto il liquido. Lavate le lenticchie e cuocetele per pochi minuti in acqua. Lavate le zucchine, mondatele e tagliatele a julienne. In una padella versate un po’ d’olio e versate le zucchine, unite il riso, le lenticchie. Salate e saltate il tutto per pochi minuti. Terminate con del coriandolo fresco.

thai zucchine lenticchie rosse17

2 commenti

  1. Il riso thay con le lenticchie rosse è uno dei piatti preferiti anche delle birbe di casa mia… è delizioso! anche con lenticchie volanti! 😉
    PS: bellissimo il parco!

    • Ciao Daria, anche tu ultima superstite foodblogger. I bambini se abituati fin da piccoli a gustare i legumi ne diventano appassionati! Peccato che siano così trascurati nelle cucine italiane. Le lenticchie rosse o egiziane hanno il vantaggio di non dover essere sottoposte ad ammollo! Quindi non ci sono scuse!
      Un abbraccio “molto caloroso”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Postils

- loitering on odds and ends -

Vegani in Viaggio

Racconti di viaggio ed informazioni utili per chi ama viaggiare

Patrizia Vaier®️

Life Style Vivere e pensare cruelty free

la balenavolante

blog di cucina vegan

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

Club del Giallo

Il blog degli amanti della letteratura gialla, noir e poliziesca

Best Indian Food Blog

Discovering all Indian food

Nel giardino di Rosita

Tutto quello che accade nel mio giardino e dintorni

The Plastic-Free Chef

Reducing Kitchen Waste

Shekkaballah's Suggestions

A simple and real life

Magie vegan di Chicca e non solo...

Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo!

Chiedi alla nutrizionista

La vita non è vivere, ma vivere in benessere.

Artnet News

cucina vegana per allergici e intolleranti

Diario di una cinica estetista

Vale tutto, purché sia intelligente.

Postils

- loitering on odds and ends -

Vegani in Viaggio

Racconti di viaggio ed informazioni utili per chi ama viaggiare

Patrizia Vaier®️

Life Style Vivere e pensare cruelty free

la balenavolante

blog di cucina vegan

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

Club del Giallo

Il blog degli amanti della letteratura gialla, noir e poliziesca

Best Indian Food Blog

Discovering all Indian food

Nel giardino di Rosita

Tutto quello che accade nel mio giardino e dintorni

The Plastic-Free Chef

Reducing Kitchen Waste

Shekkaballah's Suggestions

A simple and real life

Magie vegan di Chicca e non solo...

Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo!

Chiedi alla nutrizionista

La vita non è vivere, ma vivere in benessere.

Artnet News

cucina vegana per allergici e intolleranti

Diario di una cinica estetista

Vale tutto, purché sia intelligente.

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

conilsennodipoi

cucina vegana per allergici e intolleranti

Izy Hossack - Top With Cinnamon

Flexitarian & Baking Recipes from Londoner, Izy Hossack

La dispensa verde

Ritorno agli antichi saperi della cucina

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: