polenta gialla e burger di spinaci

Sono sempre più in ritardo. In questo momento faccio fatica a seguire il blog. Cucino, questo sì, sperimento anche, ma mettermi al lavoro per scrivere e assemblare il tutto in un post dignitoso… che fatica! Negli ultimi mesi ci sono state delle scelte difficili ma liberatorie che mi hanno lasciato con una nuova routine da organizzare. In tutto ciò ho ripreso a dipingere con nuova lena e questo di certo porta via un po’ sia di creatività che di tempo alle altre cose.

Devo parlarvi del Carnevale milanese (settimana scorsa!) passato con i nipoti che hanno sfoggiato i loro costumi. Se il venerdì erano simpatici pirati, il sabato hanno ripiegato sul classico: lei principessa e lui principe ranocchio. Naturalmente siamo stati al parco, sulle giostre, a vedere la sfilata dei carri in piazza Duomo, abbiamo giocato, raccontato storie.

Per essere creativi fino in fondo ci siamo impegnati anche in un’improvvisata costruzione di un treno, passione di Luca, con materiale di riciclo (scatole di cartone e rotoli di carta igienica, graffette, nastro adesivo, legnetti di una vecchia tovaglietta americana).

Naturalmente non è mancato il momento pittura che ci ha trovato tutti e tre con il pennello in mano e finalmente un po’ di silenzio. Ohhhh! Ommmm!

Devo raccontarvi delle cose buone che abbiamo mangiato assieme. Gaia e Luca quando arrivano mi lanciano sempre una sfida, comunicandomi cosa vorrebbero mangiare e molte volte mi capita d’improvvisare perché non sempre ho tutto quel che serve e quindi nascono incredibili varianti sul tema, come questa polenta con gli spinaci travestiti da morbidi burger.

polenta burger spinaci5

Abbiamo fatto la polenta “ma quella gialla, però!”, su richiesta di Luca. L’abbiamo accompagnata con gli spinaci questa volta: in morbidi burger con cipolla, aglio (ma non ditelo a Gaia) e batata. Le foto non sono un granchè: ma quando torna un po’ di luce di quella giusta che non appiattisca tutti i colori?

Il dolce di Carnevale? Avevo in mente di cimentarmi in “chiacchiere di farro veg” e invece Gaia si è ricordata dei “Cacconi di Carnevale” che le avevo cucinato una vita fa! “Nonna, ti ricordi i cacconi di Carnevale? Me li fai?”; così a grande richiesta siamo andati a comprare la farina di castagne. “Vedrai Luca, come sono buoni!” “Sì, lo so Gaia, che la nonna è una brava cuciniera!”

cacconi carnevale2016-4
C’è chi ancora non arriva ai fornelli ma ha da dire la sua sulla preparazione!

foto scattata dal mozzo Luca alla sua altezza!

E, comunque, alla brava cuciniera hanno dato un cappello di tutto rispetto per friggere i cacconi! 

cacconi carnevale2016-3
foto scattata dal mozzo Luca: mossa con gioia!

Non posterò di nuovo la ricetta, se avete voglia guardateli qui! 

Gaia ha convinto (incredibile la memoria della bimba) anche il fratello della bontà di queste frittelle e così ci siamo messi tutti e tre ai fornelli. Ognuno ha aiutato come ha potuto: setacciato la farina, mescolato, asciugato, fotografato e naturalmente pulito con il dito.

Che bella merenda!

polenta con burger morbidi di spinaci

Ingredienti e procedimento per la polenta:

QUI luca polenta gialla9

I burger sono stati fatti con le parti più dure degli spinaci: i gambi e le coste delle foglie. Un modo per riciclare queste parti che altrimenti vengono scartate perché troppo coriacee.

Ingredienti per i burger:

-200 g. di gambi di spinaci

-mezza cipolla dorata

-1 spicchio d’agliopolenta burger spinaci2

-1 batata media

-olio e.v.o. q.b.

-sale marino integrale q.b.

Procedimento:

Lavate e lessate in acqua calda salata gli spinaci. Scolateli. In una padella vesate l’olio e aggiungete aglio, cipolla affettata, la batata sbucciata e gli spinaci. Fate saltare tutto in modo che la batata sia ben cotta. Aggiustate di sale. Ora non dovete andare che di mixer, formare un impasto aggiungendo ancora olio se necessario o farina di mais per rggiungere la giusta consistenza. Sistemate il tutto in stampini appoggiateli su una teglia per la cottura in forno. Sono sufficienti pochi minuti, dipende dallo stampo, a 180°C.

Non vi resta che assemblare: un fiorellino di polenta e sopra un fiorellino di burger.

E sono di nuovo in ritardo perché oggi è già un altro venerdì!

Annunci

2 commenti

  1. Che meraviglia di nonna che sei! I tuoi nipoti passano davvero delle giornate indimenticabili accompagnate da una cucina ottima!

    • Ciao Daria, grazie ma sono i nipoti meravigliosi! Essere nonna è molto più divertente che essere mamma! 😉
      Un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

The Zero-Waste Chef

No packaging. Nothing processed. No waste.

artnet News

cucina vegana per allergici e intolleranti

Diario di una cinica estetista

Vale tutto, purché sia intelligente.

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

conilsennodipoi

cucina vegana per allergici e intolleranti

Izy Hossack - Top With Cinnamon

Awesome Recipes from London Student, Izy Hossack

La dispensa verde

Ritorno agli antichi saperi della cucina

LM

cosa leggono i passeggeri nei vagoni affollati?

Nel giardino di Rosita

Tutto quello che accade nel mio giardino e dintorni

____________Mille Nuovi Orizzonti__________

Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

londarmonica

uno specchio sulle possibilità

GasDelSito

gruppo di acquisto solidale

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

la tana del riccio

..with my own two hands..

The Zero-Waste Chef

No packaging. Nothing processed. No waste.

artnet News

cucina vegana per allergici e intolleranti

Diario di una cinica estetista

Vale tutto, purché sia intelligente.

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

conilsennodipoi

cucina vegana per allergici e intolleranti

Izy Hossack - Top With Cinnamon

Awesome Recipes from London Student, Izy Hossack

La dispensa verde

Ritorno agli antichi saperi della cucina

LM

cosa leggono i passeggeri nei vagoni affollati?

Nel giardino di Rosita

Tutto quello che accade nel mio giardino e dintorni

____________Mille Nuovi Orizzonti__________

Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

londarmonica

uno specchio sulle possibilità

GasDelSito

gruppo di acquisto solidale

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

la tana del riccio

..with my own two hands..

Le delizie di Feli

A tavola... con i "senza" - Vegan con gusto

Passato tra le mani

Frammenti di una cucina an(n)archica e allegra.Ma non solo!

la balenavolante

ricette vegan, autoproduzione e libri

Parole Vegetali

cucina vegana per allergici e intolleranti

Salutiamoci

cucina vegana per allergici e intolleranti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: