crostata di grano saraceno e mirtilli

Vi mancava un po’ di dolcezza? Io avevo una gran voglia di prepararmi la crostata con la farina nera di grano saraceno un bel regalo della zia Giulietta che ha passato un po’ della sua estate in Valtellina. In dialetto si chiama furmentun o fraina o ancora farina negra. Un elemento base e fondamentale per la dieta dei contadini non solo della Valtellina ma di tutto l’arco alpino. Il grano saraceno è stato usato fino all’inizio dello scorso secolo perché era resistente ai parassiti, al clima freddo, e poteva crescendo nel periodo estivo alternandosi alle altre coltivazioni invernali. Poi cominciò ad entrare in disuso perché la sua coltivazione in terrazze era faticosa così la raccolta della pianta.

Del grano saraceno mi piacciono sia i suoi chicchi che la sua farina. Quello che mi ingolosisce è quel gusto rustico. Trovo che la crostata fatta con questa farina ruvida sia buonissima.

Per l’occasione ho sfruttato la manodopera minorile che quel giorno era ancora in vacanza…

sdr

c’è chi ha impastato

dav

e impastato di nuovo

dav

chi mi ha steso la pasta nella tortiera e ha sistemato i bordi

dav

chi ha tagliato le strisce di pasta per la decorazione

dav

più e più volte… alla ricerca della perfezione

dav

chi ha messo la composta di mirtilli e si è leccato il cucchiaio

crostata di grano saraceno ai mirtilli

Ingredienti:

  • -250 g di farina di grano saracenocrostata grano saraceno mirtilli11
  • -2 cucchiai di farina di riso
  • -1 cucchiaino di cremor tartaro
  • -1 cucchiaino di scorza di limone essiccata
  • -120 g di latte di mandorle non zuccherato
  • -4 cucchiai di olio di mais
  • -4 cucchiai di sciroppo d’agave
  • -4 cucchiai di composta di mirtilli

 Procedimento:

setacciare la farina di grano saraceno, la farina di riso e il lievito. Unirle e aggiungere la scorza di limone. Mescolare il tutto. Miscelare la parte liquida: latte di mandorla, olio di mais, sciroppo d’agave. unire la parte liquida a quella solida mescolando dall’esterno verso l’interno fino a formare una palla. Ricoprire la palla di pasta con uno strofinaccio e riporla in frigorifero per 30 minuti. Spolverizzare la spianatoia con della farina di riso e con l’aiuto di un mattarello delicatamente preparare il fondo della tortiera che avrete precedentemente unto. lasciate che i bordi della pasta siano un poco più alti. Cominciate a riempire la torta con la composta di mirtilli. Cuocere in forno a 180°C per 20-25 minuti.

E per finire c’è chi con eleganza ha servito la torta e chi con un po’ meno d’eleganza ha dato il primo morso.

2 commenti

    Trackback

    1. torta di carote con farina di grano saraceno | broccolo&carota
    2. grano saraceno risottato con carote e funghi | broccolo&carota

    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo di WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

    Google photo

    Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

    Connessione a %s...

    Postils

    - loitering on odds and ends -

    Vegani in Viaggio

    Racconti di viaggio ed informazioni utili per chi ama viaggiare

    Patrizia Vaier®️

    Life Style Vivere e pensare cruelty free

    la balenavolante

    blog di cucina vegan

    Michelangelo Buonarroti è tornato

    Non ce la fo' più a star zitto

    Club del Giallo

    Il blog degli amanti della letteratura gialla, noir e poliziesca

    Best Indian Food Blog

    Discovering all Indian food

    Nel giardino di Rosita

    Tutto quello che accade nel mio giardino e dintorni

    The Plastic-Free Chef

    Reducing Kitchen Waste

    Shekkaballah's Suggestions

    A simple and real life

    Magie vegan di Chicca e non solo...

    Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo!

    Chiedi alla nutrizionista

    La vita non è vivere, ma vivere in benessere.

    Artnet News

    cucina vegana per allergici e intolleranti

    Diario di una cinica estetista

    Vale tutto, purché sia intelligente.

    Postils

    - loitering on odds and ends -

    Vegani in Viaggio

    Racconti di viaggio ed informazioni utili per chi ama viaggiare

    Patrizia Vaier®️

    Life Style Vivere e pensare cruelty free

    la balenavolante

    blog di cucina vegan

    Michelangelo Buonarroti è tornato

    Non ce la fo' più a star zitto

    Club del Giallo

    Il blog degli amanti della letteratura gialla, noir e poliziesca

    Best Indian Food Blog

    Discovering all Indian food

    Nel giardino di Rosita

    Tutto quello che accade nel mio giardino e dintorni

    The Plastic-Free Chef

    Reducing Kitchen Waste

    Shekkaballah's Suggestions

    A simple and real life

    Magie vegan di Chicca e non solo...

    Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo!

    Chiedi alla nutrizionista

    La vita non è vivere, ma vivere in benessere.

    Artnet News

    cucina vegana per allergici e intolleranti

    Diario di una cinica estetista

    Vale tutto, purché sia intelligente.

    Nel Mondo del Giardinaggio

    Giardinaggio, natura e tanto altro!

    conilsennodipoi

    cucina vegana per allergici e intolleranti

    Izy Hossack - Top With Cinnamon

    Flexitarian & Baking Recipes from Londoner, Izy Hossack

    La dispensa verde

    Ritorno agli antichi saperi della cucina

    <span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: