muffin con fagioli adzuki, tea matcha e anacardi

Ricetta curiosa, vero? Avevo ancora un po’ dei fagioli giapponesi di Giuditta e non potevo non provare a fare questa ricetta. Ricetta firmata dallo chef giapponese Ryoya Takashima di peacefulcusine. In cucina con me i nipoti Gaia e Luca, gl_fratelliaifornelli, pronti, operativi e curiosi di provare questi muffin dagli ingredienti insoliti. Questa volta le dosi sono corrette e i 12 muffin promessi della ricetta sono stati infornati, cotti e anche mangiati. Se non riuscite a reperire i fagioli dolci giapponesi potete partire dai fagioli adzuki e prepararli. In coda alla ricetta troverete le indicazioni per la loro preparazione. Cosa ho variato dalla ricetta originale questa volta? La farina scegliendo quella di kamut anziché quella di grano, l’olio di girasole di gusto più leggero rispetto a quello d’oliva, il latte di mandorla non dolcificato invece di quello di soya, il lievito.

muffin con fagioli adzuki, tea matcha e anacardi

Ingredienti per 12 muffin

  • 400 g di farina di kamut
  • 100 g di anacardi
  • 1 bustina di cremor tartaro
  • 3 cucchiai di tea matcha
  • 180 g di malto di riso
  • 80 g di olio di girasole
  • 200 g di latte di mandorle non dolcificato
  • 100 g di fagioli adzuki dolci *

Procedimento:

setacciare la farina di kamut con il lievito e aggiungere il tea matcha, setacciare ancora e mescolare. L’impasto deve essere di un bel verde, se così non fosse aumentate il tea matcha. In una padella fate tostare gli anacardi facendo attenzione a non bruciarli. Preparate la fase liquida con l’aiuto di un mixer facendo un’emulsione con l’olio, il malto, il latte di mandorla. Poi versate la fase liquida in quella solida e mescolate delicatamente dall’esterno verso l’interno. Aggiungete i fagioli e gli anacardi. Predisponete lo stampo per i muffin sistemando i pirottini o in alternativa ungendolo. Versate a cucchiaiate l’impasto. Infornate a 180°C per 25 minuti circa, fate sempre la prova stecchino.

*Per preparare i fagioli adzuki dolci -100 g -dovete metterli prima in ammollo per una notte e poi sciacquarli e cuocerli in acqua con lo zucchero di cocco -40 g-, mescolando fino a che l’acqua si assorba tutta. I fagioli devono essere facilmente schiacciabili ma non devo essere spappolati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Postils

- loitering on odds and ends -

Vegani in Viaggio

Racconti di viaggio ed informazioni utili per chi ama viaggiare

Patrizia Vaier®️

Life Style Vivere e pensare cruelty free

la balenavolante

blog di cucina vegan

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

Club del Giallo

Il blog degli amanti della letteratura gialla, noir e poliziesca

Best Indian Food Blog

Discovering all Indian food

Nel giardino di Rosita

Tutto quello che accade nel mio giardino e dintorni

The Plastic-Free Chef

Reducing Kitchen Waste

Shekkaballah's Suggestions

A simple and real life

Magie vegan di Chicca e non solo...

Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo!

Chiedi alla nutrizionista

La vita non è vivere, ma vivere in benessere.

Artnet News

cucina vegana per allergici e intolleranti

Diario di una cinica estetista

Vale tutto, purché sia intelligente.

Postils

- loitering on odds and ends -

Vegani in Viaggio

Racconti di viaggio ed informazioni utili per chi ama viaggiare

Patrizia Vaier®️

Life Style Vivere e pensare cruelty free

la balenavolante

blog di cucina vegan

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

Club del Giallo

Il blog degli amanti della letteratura gialla, noir e poliziesca

Best Indian Food Blog

Discovering all Indian food

Nel giardino di Rosita

Tutto quello che accade nel mio giardino e dintorni

The Plastic-Free Chef

Reducing Kitchen Waste

Shekkaballah's Suggestions

A simple and real life

Magie vegan di Chicca e non solo...

Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo!

Chiedi alla nutrizionista

La vita non è vivere, ma vivere in benessere.

Artnet News

cucina vegana per allergici e intolleranti

Diario di una cinica estetista

Vale tutto, purché sia intelligente.

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

conilsennodipoi

cucina vegana per allergici e intolleranti

Izy Hossack - Top With Cinnamon

Flexitarian & Baking Recipes from Londoner, Izy Hossack

La dispensa verde

Ritorno agli antichi saperi della cucina

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: