insalata di farro con ceci

Che sia arrivato il momento delle fresche insalate di cereali? Io ne ho veramente voglia. Quella di oggi è preparata con il farro integrale, i ceci e tante buone verdure tutte crude. Difficoltà zero. Gustosa e rinfrescante… pronta da portare via per il picnic.

dav

insalata di farro con ceci

Ingredienti per due persone:

  • -120 g di farro integrale
  • -60 g di ceci già cottidav
  • -1 cetriolo carosello
  • -1 peperone giallo
  • -2 cespi insalata belga
  • -1 zucchina
  • -basilico q.b.
  • -sale marino integrale q.b.
  • -olio e.v.o. q.b.
  • -succo di limone q.b.
  • -pepe nero q.b.

Procedimento:

lessare il farro seguendo le istruzioni sulla confezione, il consiglio è sempre quello di utilizzare la pentola la pressione per dimezzare i tempi e ridurre lo spreco energetico. Lavare l’insalata e affettarla. Lavare la zucchina e tagliarla a julienne. Sbucciare il cetriolo e tagliarlo a pezzi dopo averlo privato dei semi. Lavare e mondare il peperone e tagliarlo a pezzetti. Dopo aver raffreddato il farro unite le verdure e i ceci. Profumate con delle foglie di basilico fresche. Condite con un’emulsione di succo di limone, olio, sale e pepe nero se gradito. 

Nota Bene: se siete tra quelli che usano i ceci in scatola vi ricordo di sciacquarli bene dal loro liquido di conservazione. Ricordo anche che la cottura dei ceci viene fatta previo ammollo e che è possibile cuocerli a tempi ridotti con l’aiuto della pentola a pressione. Inoltre potete congelarli e tenerli così a disposizione per una prossima ricetta. 

 

triangoli di miglio e biete

Questa semplice ricetta è buon espediente per far mangiare più verdura ai bambini e ai ragazzi e non solo a loro… Gustiamo il miglio accompagnato dalle tenere bietoline. Il miglio è senza glutine, ricco di Vitamina A e vitamine del gruppo B. Ottimo per dare forza ai capelli, alle unghie, alla pelle è un aiuto anche per lo smalto dei denti. Per saperne di più leggete qui.

dav

triangolini di miglio e biete

Ingredienti per 2 persone:

dav

  • -120 g di miglio
  • -500 g di biete
  • -sale marino integrale q.b.
  • -olio e.v.o. q.b.
  • -semi di canapa sativa q.b.
  • -aglio q.b.
  • -peperoncino rosso q.b.

Procedimento:

lavate il miglio sotto il getto dell’acqua corrente. In una pentola versate un poco d’olio e aggiungete il miglio, mescolatelo lasciandolo tostare. Aggiungete acqua calda salata o brodo vegetale e cuocete come per un risotto. Nel frattempo avrete lavato le biete, tagliatele a piccoli pezzi e buttatele in una pentola con un poco d’acqua sul fondo e uno spicchio d’aglio. Chiudete con coperchio e lasciatele cuocere, ogni tanto mescolate e controllate che l’acqua non si asciughi completamente. Una volta cotte scolatele e unitele al miglio. Aggiungete il peperoncino rosso se vi è gradito. Formate dei triangolini -potete divertirvi a dare la forma che più vi piace- io ho usato le formine dei biscotti. Ricopriteli con i semi di canapa sativa e disponeteli su una teglia da forno. Infornate a 180°C quando saranno colorati saranno pronti.

dav

Curiosi di altre ricette con il miglio?

ecco un pacchettino di miglio molto golosopacchettino di miglio

o una fresca insalata di miglio

12 miglio insalata

miglio con zucca e radicchio  

2miglio+zucca+radicchiooppure abbinato ai legumi: migliotto giallo con ceci neri

migliotto ceci neri7

insalata di fagiolini all’orientale

I fagiolini sono legumi di cui possiamo mangiare sia il baccello che il seme contemporaneamente. Il loro contenuto proteico non è elevato come quello degli altri legumi ma sono rinfrescanti e rimineralizzanti, ottimi per la stagione calda. La ricetta di oggi è solo un suggerimento di come gustarli in insalata. Quello che vi propongo è un condimento o meglio un dressing all’orientale. Useremo la tahina che oltre a dare questo gusto orientale andrà ad aumentare la quota proteica del piatto. Ma cosa è la tahina? È una salsa a base di semi di sesamo, deliziosa e nutriente, specialità della cucina mediorientale. Ha una consistenza densa, mescolate bene il prodotto prima di utilizzarlo, e per questo viene con adeguate proporzioni miscelata al succo di limone per renderla più fluida.

dav

Altre ricette con i fagiolini? Qui i fagiolini sono ripassati, qua una fresca insalatona.

Mentre con la tahina potete preparare l’hummus di piselli e l’hummus di zucca.

insalata di fagiolini all’orientale

Ingredienti:

  • -fagiolini dav
  • -tahina
  • -succo di limone
  • -coriandolo fresco
  • -sale marino integrale q.b.
  • -aglio
  • -peperoncino rosso -se gradito-

Procedimento:

è una ricetta senza dosi: quanti fagiolini? Quanti ne volete mangiare. Spuntateli togliendo l’eventuale “filo” e lessateli in acqua salata. Scolateli e lasciateli raffreddare. Come preparare il condimento:

  • -1 spicchio d’aglio -se gradito-
  • -4 cucchiaini di tahina
  • -3 cucchiaini di olio di semi di sesamo
  • -3 cucchiaini di acqua
  • -2 cucchiani di succo di limone

con l’aiuto del mixer frullate insieme gli ingredienti fino a che sarà morbida. La quantità d’aglio e di limone è personale. Versatela sui fagiolini e unite le foglie fresche di coriandolo e il peperoncino.

dav

 

 

 

muffin ai frutti di bosco

Il mese di giugno è arrivato portandosi via le belle giornate. La pioggia e il vento e le temperature in calo mi hanno spinto  ad accendere il forno per preparare dei muffin ai frutti di bosco. Sono stati spazzolati dai nipoti che hanno voluto partecipare alla preparazione. Luca e Gaia sono diventati molto bravi in cucina e fanno spesso coppia nel cucinare per i genitori. Hanno un quaderno dove si appuntano le ricette, si sono dati un nome e hanno anche creato un logo: fratelliaifornelli. 

dav

muffin ai frutti di bosco

Ingredienti per 12 muffins:bst

  • -300 g di farina integrale di farro
  • -180 g di succo d’agave
  • -1/2 busta di frutti di bosco surgelati
  • -1 bustina di cremor tartaro
  • -80 g di olio di semi di girasole
  • -acqua q.b.
  • -gocce di cioccolato fondente q.b.

Procedimento:

setacciate la farina e il lievito in un contenitore. Mescolate l’olio con il succo d’agave con l’aiuto del mixer. Unite i frutti di bosco alla farina senza scongelarli. Unite poi la fase liquida mescolando. Se l’impasto risultasse troppo asciutto e difficile da mescolare aggiungete lentamente un poco d’acqua. Infine a pioggia unite le gocce di cioccolato fondente. Mescolate. Versate il tutto nelle forme e infornate a 180°C per 20 minuti circa. 

dav

vignarola

Evviva la primavera! Evviva i legumi freschi di primavera: i piselli, le fave. Questo piatto di tradizione romana è perfetto per festeggiare la stagione. Nasce come piatto senza prodotti di origine animale solo successivamente venne aggiunto alla ricetta il guanciale o la pancetta. Io naturalmente sono tornata alle origini e con piacere vi presento un piatto italiano naturalmente vegan. 

dav

vignarola

dav

Ingredienti per due persone:

  • -500 g di piselli 
  • -500 g di fave
  • -4 carciofi romani
  • -1/2 cespo di lattuga romana
  • -1 cipollotto fresco
  • -menta fresca q.b.
  • -sale marino integrale q.b.
  • -peperoncino rosso q.b.
  • -olio e.v.o. q.b.

Procedimento:

mondate i carciofi scartando le foglie esterne, la punta e la scorza dura del fondo. Divideteli prima a metà e togliete l’eventuale barbetta dell’interno e poi tagliateli ancora a metà. Metteteli in acqua acidulata con il succo di limone in modo che non anneriscano. Sbucciate i piselli e le fave.Lavate la lattuga e tagliate le foglie con le mani in grossi pezzi. Pulite il cipollotto e affettatelo sottilmente. Versate l’olio in una padella e aggiungete il cipollotto facendolo appassire. Versate quindi i carciofi, le fave e i piselli. Salate e mescolate. Mettete il coperchio e lasciate cuocere, quando la cottura sarà un po’ avanti aggiungete la lattuga e la menta e proseguite la cottura fino a che tutta la verdura sarà cotta al dente. Alla fine potete aggiungere il peperoncino se vi piace. 

dav

pizza con farina di farro e farina di baccelli di piselli

Questa ricetta fa parte di una sperimentazione per il recupero dei baccelli dei piselli. Più volte ho affrontato il tema di una cucina con meno scarto e i baccelli dei piselli ne sono un buon esempio. davQuando pulite i piselli vi accorgete subito di quanto scarto si produce e questo scarto è stato pagato a caro prezzo. Ho pensato così di cuocere le bucce in pentola a pressione con poca acqua dopo averle pulite al meglio dal filamento. Una volta cotte ho proceduto alla loro essiccazione a 40°C. Ultimo passaggio è quello di ridurre il tutto a farina e sistemarla in un barattolo ermetico. L’essiccazione è un metodo che permette di conservare i cibi per lungo tempo. Ecco così che la farina di piselli preparata in primavera con i piselli freschi poi potrete usarla tutto l’anno. Veniamo ora alla ricetta che utilizza farina di farro insieme alla farina di piselli o meglio sarebbe dire farina di baccello di pisello.

dav

Altre ricette con i baccelli? Qui e qua

pizza con farina di farro e farina di baccello di pisello

Ingredienti per una pizza:dav

per la pasta:

  • -250 g di farina di farro integrale
  • -25 g di farina di baccello di pisello*
  • -lievito* q.b. -pasta madre, lievito di birra, cremo tartaro-
  • -sale marino integrale q.b.

per la farcitura:

  • -asparagi q.b.
  • -carciofi q.b.
  • -zucchine grigliatedav
  • -cipolla rossa
  • olio e.v.o. q.b.
  • sale marino integrale q.b.
  • 1 spicchio d’aglio

Procedimento:

miscelate le farine e aggiungete il lievito. Seguite le istruzioni del vostro lievito. Io ho usato una pasta madre, quindi ho impastato e lasciato riposare coperto per 90 minuti. Ho aggiunto il sale e ho rimpastato stendendo poi la pasta nella teglia.  Nel frattempo ho lavato e mondato gli asparagi e li ho cotti usando l’apposita pentola. La parte più coriacea è diventata una crema che ho steso sulla pizza. Mettete i gambi nel mixer con l’aggiunta di uno spicchio d’aglio, del sale, un poco d’olio e andate di velocità. Le zucchine pulite e mondate sono state tagliate a rondelle e grigliate sulla piastra. Dei carciofi ho utilizzato il cuore mentre le foglie esterne dopo cottura sono state passate all’essiccatore e sono diventate anch’esse farina. I cuori dei carciofi tagliati a spicchi li ho fatti passare in padella con un po’ d’olio. Ora non vi resta che farcire la pizza: sopra lo strato di crema d’asparagi disponete le punte, le zucchine, la cipolla rossa affettata e i carciofi. Preriscaldate e cuocete in forno a 200°C per circa 30 minuti. La temperatura del forno è indicativa così come il tempo di cottura che può variare: ognuno conosce il suo forno e si regolerà di conseguenza.

dav

Ecco qui le fasi della preparazione della farina di bacelli di piselli:

pizza con farina di farro e grano saraceno

Oggi si prepara una pizza senza grano utilizzando la farina di farro integrale e quella nera di grano saraceno. Il dubbio è se chiamarla pizza visto che non le assomiglia affatto! Poi pensando alla diffusione che la pizza ha avuto e alle molte varianti esistenti sia in Italia che all’estero mi sono autorizzata ed eccola qui!

Naturalmente non c’è il formaggio ma se preferite potete usare un formaggio veg.  Ricca di verdura il suo gusto mediterraneo ha il sapore dei capperi e delle olive e profuma di  menta.

dav

pizza con farina di farro e grano saraceno

Ingredienti per una pizza:

per la pasta

  • -220 g di farina integrale di farro
  • -100 g di farina nera di grano saraceno
  • -6 g di lievito di birra fresco*
  • -acqua q.b.
  • -sale marino integrale q.b.

per la farcituradav

  • -2 zucchine
  • -100 g di porri
  • -capperi di Pantelleria sottosale q.b.
  • -olive nere e verdi q.b.
  • -pinoli q.b.
  • -olio e.v.o. q.b.

Procedimento:

miscelare le due farine in una boule setacciandole se fosse necessario. Preparate il lievito secondo le indicazioni. Nel caso usiate il lievito di birra fresco scioglietelo in un po’ d’acqua e piano piano aggiungetelo alle farine. Aggiungete l’acqua necessaria per impastare. Una volta lavorate l’impasto lasciatelo riposare in un posto caldo coperto da uno straccio umido. Ho proceduto con una doppia lievitazione: quando l’impasto si è almeno raddoppiato di volume lavoratelo ancora aggiungendo il sale, poi stendetelo in una teglia ben oliata e lasciatelo di nuovo lievitare. I tempi di lievitazione cambiano a seconda del lievito -pasta madre, lievito di birra, cremor tartaro- usato, dall’umidità dell’ambiente, dal tipo d’acqua nonché dal tipo di farine usate. Nel frattempo preparate la farcitura: lavate e tagliate a dadino le zucchine, lavate e affettate il porro -utilizzo sia la parte verde che la parte bianca- e affettatelo. Mettete in ammollo in acqua fredda i capperi dopo averli ben risciacquati sotto il getto d’acqua corrente, devono rilasciare tutto il sale di conservazione. In una padella versate un po’ olio e fate saltare allegramente il porro e le zucchine quest’ultime devono restare al dente. Aggiungete i capperi e le olive e terminate con i pinoli. Assaggiate e aggiustate di sale. Lasciate raffreddare. Quando l’impasto sarà pronto versate il tutto sopra. Preriscaldate il forno a 200°C e infornate per circa 30 minuti. La temperatura del forno è indicativa così come il tempo di cottura che può variare: ognuno conosce il suo forno e si regolerà di conseguenza.

 

 

 

farifrittata con il tarassaco

davAlcuni giorni fa ho trovato il tarassaco al supermercato! Certo sarebbe stato molto più divertente andare a raccoglierlo nei prati ma è stata comunque una soddisfazione e sono tornata a casa trionfante. tarassacoContenta mi pregustavo questa verdura in insalata e poi saltata in padella, e ancora anche in farifrittata! E così è stato. Ma cosa sappiamo del tarassaco? Il tarassaco Taraxacum officinale è una pianta della famiglia delle Asteracee viene chiamata anche dente di leone. Cresce nei prati, nei campi, nei giardini ma anche tra le fessure del manto stradale. Il suo fiore è giallo ed è molto amato dalle api -miele di tarassaco- e tutti ci siamo divertiti da bambini a far volare il soffione che si forma dopo la sfioritura. Così i suoi semi si spargono nell’aria e la pianta si diffonde. Ha proprietà depurative e antinfiammatorie qui per saperne di più. In campagna il tarassaco viene chiamato piscialetto per le sue proprietà diuretiche.

Oggi vi propongo la farifrittata che piace a tutti ed è veloce e semplice da preparare. Cosa è la farifrittata? Beh, è una via di mezzo tra la farinata e la frittata. Cioè faremo insieme una frittata veg, senza uova. Siete pronti?

dav

farifrittata con tarassaco

tarassaco

Ingredienti per 2 persone:

  • -un mazzetto di tarassaco
  • -1 spicchio d’aglio
  • -200 g. di farina di ceci
  • -400 g. di acqua
  • -sale marino integrale q.b.
  • -pepe nero q.b.
  • -2 cucchiai d’olio e.v.o.

Procedimento:

lavate il tarassaco. In una padella versate un poco d’olio e fatelo insaporire con l’aglio. Aggiungete il tarassaco spezzato, salate e fatelo appassire. Togliete l’aglio. Aggiungete l’acqua alla farina di ceci stemperandola. È importante che l’acqua sia il doppio della farina di ceci. Salate e pepate. Aggiungete l’olio e lavorate bene il tutto con la frusta. Non lasciate i grumi.  Lasciate riposare per un 20 minuti. Trascorso il tempo mescolate di nuovo la pastella e aggiungete il tarassaco che nel frattempo si sarà raffreddato. Ungete una padella e scaldatela sul fuoco, poi versateci il tutto come fareste per una normale frittata. Lasciate cuocere coperto per 7-8 minuti, poi aiutandovi con il coperchio girate la farifrittata e lasciatela cuocere anche da questa parte. Non vi rimane che impiattare e gustarvi la bontà di questo piatto.

Altre farifrittate? Eccole:

  1. farifrittata con cipollotti e scorza d’arancia qui
  2. pseudo frittata vegana pelosa qua

gelato di zucca

Buongiorno! Eccoci arrivati alla nona settimana di #iorestoacasa. Come state? Oggi ho proprio voglia di sole, d’aria, di passeggiare in questa meravigliosa primavera… Ho voglia di riabbracciare i miei nipoti, i miei figli e la mia mamma… Saremo bravi e  responsabili e resteremo a casa fino a quando tutto sarà finito. Lo so che state scalpitando anche voi.

Avete voglia di un gelato gustoso e particolare? Eccovi accontentati con il gelato alla zucca. Vi ricordo che per fare i miei gelati non occorre la gelatiera ma solo il congelatore e un robot da cucina. 

dav

gelato alla zucca

Ingredienti per circa 2 gelati:

  • -320 g di zucca cotta e surgelata Butternut Squash
  • -150 g di latte di cocco surgelato
  • -1 cucchiaino di mix di spezie: 1 parte di cannella, 1 parte di noce moscata, 1 parte di zenzero in polvere, 1 parte di chiodi di garofano
  • TOPPING: a scelta tra malto, burro d’arachide, sciroppo di datteri, cioccolato, succo d’agave q.b.

dav

Procedimento:

pulite la zucca tagliatela a pezzetti e cuocetela al vapore usando il cestello. Quando sarà cotta lasciatela raffreddare e poi surgelatela. Surgelate anche il latte di cocco. Quando saranno ben congelati semplicemente li metterete nel vostro robot da cucina e comincerete a farlo girare a gran velocità. In questo modo il preparato sciogliendosi si riempirà d’aria e si formerà il gelato. Prendete le spezie mettetele in un mortaio e lavorate di pestello in modo da polverizzarle e mescolarle tutte. Servite il gelato velocemente aggiungendo una spolverata del mix di spezie. A questo punto potete usare il topping che più vi piace; io ho scelto il succo d’agave.  E voi cosa scegliete?

dav

mezzelune con barba dei frati e crema di piselli

Ottava settimana di #iorestoincasa. Vi ricordate le mezzelune qui che avevo preparato questo autunno accompagnate dalla purea di cavolfiore? Ebbene ho preparato la versione primavera utilizzando come ripieno la barba dei frati e servendole su una crema di piselli. Sono veramente golose ed è un buon modo per portare a tavola la verdura anche a chi ancora arriccia il naso. Ideali per un picnic potrete mangiarle con le mani e intingerle nella crema di piselli e poi leccarvi i baffi!

dav

mezzelune con barba dei frati e crema di piselli

Ingredienti per 5 mezzelune:

Ingredienti per il ripieno:

  • -1 mazzetto di barba dei frati lessata in acqua leggermente salata
  • -1 spicchio d’agliodav
  • -sale marino integrale q.b.
  • -peperoncino rosso q.b.
  • -scorza di limone q.b.

 Ingredienti per la pasta -5 mezzelune- :

  • -100 g di farina di farro integrale
  • -acqua q.b.
  • -1/2 cucchiaino di sale marino integrale
  • -scorza essiccata di limone q.b.

Ingredienti per la crema di piselli:

dav

  • -piselli q.b.
  • -1 scalogno
  • -olio e.v.o. q.b.
  • -sale marino integrale q.b.

Procedimento:

in una padella versate l’olio e aggiungete l’aglio e il peperoncino. Scaldate e lasciate insaporire senza bruciare l’aglio. Aggiungete la barba dei frati precedentemente cotta in acqua salata. Fatela saltare allegramente, poi spegnete il fuoco e grattugiate la scorza di limone. Impastate la farina di farro, la scorza di limone essiccata, sale, con l’acqua. Fatene un panetto che lasciate riposare. Tirate la pasta con il mattarello e formate dei dischi di circa 10 cm. di diametro circa. Al centro posizionate la barba dei frati e poi chiudeteli con l’aiuto dei rebbi di una forchetta. Infornate a 180°C  per circa 20 minuti. Preparate la crema di piselli. Sbucciateli e sistemateli in una padella con dell’olio e.v.o. e lo scalogno affettato. Salate solo alla fine quando i piselli saranno cotti ma ancora al dente. Passate il tutto con il mixer. Non vi resta che impiattare come più vi piace. 

dav

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

Club del Giallo

Il blog degli amanti della letteratura gialla, noir e poliziesca

Best Indian Food Blog

Discovering all Indian food

Nel giardino di Rosita

Tutto quello che accade nel mio giardino e dintorni

The Plastic-Free Chef

Reducing Kitchen Waste

Shekkaballah's Suggestions

A simple and real life

Magie vegan di Chicca e non solo...

Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo!

Chiedi alla nutrizionista

La vita non è vivere, ma vivere in benessere.

artnet News

cucina vegana per allergici e intolleranti

Diario di una cinica estetista

Vale tutto, purché sia intelligente.

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

conilsennodipoi

cucina vegana per allergici e intolleranti

La dispensa verde

Ritorno agli antichi saperi della cucina

LM

cosa leggono i passeggeri nei vagoni affollati?

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

Club del Giallo

Il blog degli amanti della letteratura gialla, noir e poliziesca

Best Indian Food Blog

Discovering all Indian food

Nel giardino di Rosita

Tutto quello che accade nel mio giardino e dintorni

The Plastic-Free Chef

Reducing Kitchen Waste

Shekkaballah's Suggestions

A simple and real life

Magie vegan di Chicca e non solo...

Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo!

Chiedi alla nutrizionista

La vita non è vivere, ma vivere in benessere.

artnet News

cucina vegana per allergici e intolleranti

Diario di una cinica estetista

Vale tutto, purché sia intelligente.

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

conilsennodipoi

cucina vegana per allergici e intolleranti

La dispensa verde

Ritorno agli antichi saperi della cucina

LM

cosa leggono i passeggeri nei vagoni affollati?

LaCUCINAdiLUX

Il Crohn si può prevenire e sconfiggere

____________Mille Nuovi Orizzonti__________

Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

londarmonica

studio e ricerca: voce parlata - voce cantata - pratica strumentale

GasDelSito

gruppo di acquisto solidale

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free