risotto sbagliato

Due donne in cucina sono una rovina! E invece ne viene fuori un primo piatto gustoso.

E’ successo una sera a casa della nonnabis… lei dice che non ha mai niente in frigorifero che io possa mangiare (è il terrore di avere una figlia vegana!). Così è subito pronta a scendere all’ultimo minuto per fare una spesa espressa per me. “No, mamma. Vediamo cosa c’è in frigorifero e vedrai che ce la caviamo!”

Qualcosa c’era ed erano esattamente: 2 carote piccole, 1 scalogno (da quando mamma usa lo scalogno?), 2 gambi di sedano pronti per la minestra serale, prezzemolo. Il riso in casa della mamma non manca mai, non è mai mancato! Mio padre amava il riso più della pasta e da noi, milanesi doc, mangiavamo il riso quasi tutti i giorni!

Abbiamo pulito le verdure e le abbiamo tagliate a pezzi. Solo che io pensavo a un risotto e lei a una minestra! Lei ha messo nell’acqua salata le verdure e poi ci ha buttato il riso. Accidenti! Le verdure si sono cotte e nello stesso tempo hanno fatto anche il brodo. E’ bastato cuocere il riso, mescolandolo e lasciando asciugare il liquido. Alla fine di comune accordo abbiamo versato una bella manciata di prezzemolo e terminato con un filo d’olio.

Che ci crediate oppure no, il risultato è stato un buon risottino. Questo grazie anche all’ottimo riso Carnaroli, e ormai sapete a quale riso mi riferisco!

8risotto sbagliato

Risotto sbagliato

Ingredienti per due donne:

  • -2 carote piccole
  • -1 scalogno7risotto sbagliato
  • -2 gambi di sedano
  • -prezzemolo q.b.
  • -sale q.b.
  • -pepe nero q.b.
  • -olio e.v.o. q.b.

Procedimento:

Beh, che dire! Vi ho raccontato come sono andate le cose… se volete fare un risotto vero dovete procedere scaldando il riso in una padella con l’olio e aggiungere quindi le verdure. Mescolate e aggiungete acqua calda salata. All’ultimo unirete il prezzemolo e terminerete con un filo d’olio.

 

Annunci

la mia crema Budwig

La colazione è il pasto che preferisco e di cui non posso fare a meno! Da sempre! Non ho mai saltato una colazione in vita mia, questo momento della giornata è per me sacro. Voglio fare colazione a ritmo lento anche a costo di puntare la sveglia prima. Se così non fosse la mia giornata partirebbe veramente male, è il mio momento coccola in cui entro nel mondo lentamente e con gusto.

dav

Quella che vi propongo oggi è la ricetta per la crema Budwig. Che cos’è? La crema Budwig è uno dei piatti più conosciuti del metodo Kousmine. La dottoressa Kousmine, un medico russo, preparò un regime alimentare che considerava l’uomo nella sua totalità e questo modo di alimentarsi -attenzione: non è scientificamente riconosciuto- migliorerebbe le difese immunitarie. Non voglio addentrarmi in questo non semplice discorso lascio a voi alcuni link dove potete informarvi: qui e qua. Certo è che questa colazione è buona e salutare, piena di energia per iniziare la giornata in leggerezza e con sprint. Naturalmente lo yogurt è di soya per mantenere la ricetta vegan. 

la mia crema Budwig

dav

Ingredienti:

  • -120 g di yogurt di soya
  • -mezza mela bio
  • -1+1/2 cucchiaio di semi di sesamo, girasole, semi di zucca macinati al mortaio
  • -1 cucchiaio di frutta secca noci, nocciole, mandorle
  • -1 cucchiaio di fiocchi di avena integrale, riso integrale, grano saraceno, miglio
  • -1/2 limone biodav

Procedimento:

versare lo yogurt nel bicchiere del mixer, aggiungere la mela lavata e tagliata a piccoli pezzi, il succo di limone e la buccia del limone tagliata. Frullare il tutto. Versare in una tazza e aggiungere i semi pestati con il mortaio o con un macina caffè meglio evitare il mixer perché riscalderebbe troppo i semi danneggiando i preziosi grassi in essi contenuti. Aggiungere il cereale a vostra scelta. Mescolare e gustare.

Per quanto riguarda i fiocchi e la frutta secca potete variarli a piacimento, è importante  che i semi ci siano tutti.                          dav

sandwich vegan di primavera

Carissimi lettori, le mie sperimentazioni con l’essiccatore stanno procedendo con gusto. Sono stata molto in dubbio su come chiamare questa “cosa”, chi mi conosce sa che non amo appiccicare nomi della cucina tradizionale a quella vegan perché danno delle aspettative che sono sempre poi deluse ma è così difficile assegnare un nome a queste nuove idee. Bene, la ricetta origina dalla preparazione di una sfoglia a base di zucchine, carote e semi di lino. Una volta ottenuta questa sfoglia tramite essiccazione a 40°C è sufficiente farcirla con le verdure che più vi piacciono e usare la salsa di avocado come condimento. Le sfoglie potete prepararle in anticipo e conservarle avvolte prima in una carta da forno e poi in una carta stagnola. La bella stagione è quella dei picnic sui prati, delle camminate nei boschi e questi sandwich sembrano perfetti per lo zaino vegan.

sandwich sfoglia3

preparazione della sfoglia di verdure

Ingredienti:

  • -zucchine
  • -carote
  • -semi di lino ammollati precedentemente: _1 cucchiaino di semi di lino 3 cucchiaini di acqua_

davdav

Procedimento:

lavate le zucchine, sbucciate le carote. Riducete le verdure a julienne. Mescolatele insieme ai semi di lino e alla loro mucillagine. Stendete il tutto su una carta da forno in uno strato sottile e sistemate il tutto nell’essiccatore a 40°C ci vorranno circa 18 ore. Quando saranno belle secche staccatele dalla carta da forno e giratele per essiccare anche l’altro lato.

Ingredienti per il sandwich:

  • -zucchine tagliate a spaghetti
  • dav-carote tagliate a spaghetti
  • -avocado
  • -succo di limone
  • -coriandolo fresco
  • -sale marino integrale q.b.
  • -pepe nero q.b.

preparazione del sandwich:

sbucciate l’avocado e privatelo del nocciolo. Tagliatelo a pezzi e sistematelo nel mixer con il succo di un limone. Frullatelo fino ad ottenere la consistenza di una salsa, aggiustate di sale e pepe. Stendetene uno strato su una sfoglia. Aggiungete le zucchine, le carote e qualche foglia di coriandolo fresco. Ultimate aggiungendo dell’altro avocado. Sovrapponete un’altra sfoglia… e gustatevi il vostro sandwich.

torta al cocco e cioccolato

Carissimi, quella di oggi è una torta che è fuggita allo scatto fotografico. L’ho preparata per l’arrivo dei nipoti e family ed è stata divorata. Una torta semplice che amo proprio per la sua semplicità. Gustosa ottima per la colazione e la merenda anche se qualcuno mentre mangia reclama la banana bread che è tanto che non faccio! Gli ingredienti sono semplici e la preparazione è veloce. 

torta-cocco-cioccolato10.jpg

torta cocco e cioccolato

Ingredienti:

  • -200 g di farina integrale di farrodav
  • -100 g di cocco rapè
  • -150 g di malto di riso
  • -80 g di olio di mais
  • -1 bustina di cremor tartaro
  • -150 g di latte di soya
  • -30 g di gocce di cioccolato fondente

Procedimento:

setacciamo la farina e il lievito, uniamo il cocco rapè. Mescoliamo i liquidi -malto di riso, olio di mais, latte di soya- con l’aiuto del mixer. versiamo la fase liquida in quella solida e mescoliamo dall’esterno verso l’interno. aggiungiamo le gocce di cioccolato e inforniamo a 180°C per 45 minuti. Stampo diametro 22 cm.

torta cocco cioccolato5

burger di grano saraceno e riciclo di buccette di fave

Buongiorno! Questa settimana è la settimana veg! La sfida è provare per sette giorni un menù vegan aiutati da ricette e consigli alimentari.

Volete saperne di più? Qui il link. Provate a cambiare! La settimana veg è l’occasione per scoprire una cucina amica degli animali, sana e sostenibile.

Questa è una ricetta di riciclo utilizzando le buccette delle fave. Ne avevo già proposta una simile tanto tempo fa e mi sono ritrovata a sperimentarne una nuova versione perché quando viene il tempo delle fave si fa il pieno di questi legumi freschi poi si troveranno solo secchi. Quando cucinate le fave e siete abituati a gustarle senza le loro bucette potete conservarle anche congelandole e utilizzarle successivamente per questi burger. Potete servirli con un’insalatina mista e fiori eduli. 

Se vi piacciono i vegan burger e siete alla ricerca di ricette per le vostre scampagnate primaverili ecco qui alcune ricette:

  1. burger di spinaci e sorgo bianco
  2. la spesa, la cambusa, il frigorifero e il congelatore… e un burger di riciclo
  3. burger di broccoli e carote
  4. polenta gialla e burger di spinaci
  5. burger di cavolo nero e cicerchie

burger grano saraceno fave buccette5

burger di grano saraceno e bucce di fave

Ingredienti:

  • -300 g di grano saraceno 
  • -300 g di bucce di fave burgher grano saraceno fave buccette1
  • -220 g di carote
  • -1 scalogno
  • -farina di mais q.b.
  • -1/2 cucchiaino Garam Masala
  • -olio e.v.o. q.b.
  • -sale marino integrale q.b.

Procedimento:

cuocete il grano saraceno dopo averlo lavato in acqua calda salata controllate i tempi d cottura sulla confezione. Scolate. Affettate lo scalogno, sbucciate le carote e tagliatele a rondelle. In una padella versate l’olio e aggiungere lo scalogno, le carote e le bucce delle fave. Aggiungete Garam Masala, mescolate. Cuocete coperto avendo cura di aggiungere acqua calda se si asciuga. A cottura completata con l’aiuto del mixer riducete il tutto a purea, salate. Unite il grano saraceno. Mescolate bene. Il composto deve rimanere lavorabile. Con l’aiuto del coppapasta preparate i burger e sistemateli su una teglia da forno. Infornate a 180°C per circa 20 minuti. Se siete abili potete, con l’aiuto di una spatola, girali a metà cottura in modo che si dorino bene da tutte due le parti.

burger grano saraceno fave buccette9

barrette energetiche al cocco e zenzero

Ecco qua delle super barrette energetiche! Per gli sportivi, per i golosi, per chi ama fare uno spuntino a metà mattina, per chi anche se grande non rinuncia alla merenda, per chi va di fretta, per chi la colazione solo al volo, per chi la prova costume si avvicina, per chi vuole mangiare sano, per chi vuole fare economia e quelle confezionate costano un botto, per chi vuole  sperimentare gusti nuovi.

Per farle vi occorrerà un essiccatore o un forno con il programma a 40 C.

dav

barrette energetiche al cocco e zenzero

Ingredienti:

  • -150 g di datteri tagliati a coltello
  • -50 g di fiocchi d’avena
  • -50 g di cocco rapè
  • -1 bustina di tè
  • -70 g di gocce di cioccolato fondente
  • -zenzero fresco grattugiato q.b.
  • -cannella q.b.
  • -30 g di mandorle

dav

Procedimento:

non dovete fare altro che unire tutti gli ingredienti, impastandoli bene con le mani. Quindi stendere uno strato sulla carta da forno e inserire nell’essiccatore con il programma crudista a 40°C. Quando il tutto sarà bene essiccato taglierete le vostre barrette. Custoditele in una scatola per biscotti.

finocchi ripieni al forno

Vi piacciono le verdure ripiene? La primavera è il momento giusto per gustarle. La ricetta di oggi è una di quelle ricette salvate: il ritaglio proviene da “La Cucina Italiana” rivista di cui ero una appassionata lettrice. La ricetta originale non era certo una ricetta veganma piuttosto vegetariana perché tra gli ingredienti erano presenti sia le uova che il formaggio. Inoltre utilizzava il mais in scatola, che personalmente non amo e che ho sostituito con delle più sane carote.

finocchi ripieni al forno7

finocchi ripieni al forno

Ingredienti:

  • -3 finocchi grossi
  • -2 carote
  • -100 g di piselli
  • -1 cipollotto parte bianca e parte verde
  • -1 cucchiaino di curcuma
  • -sale marino integrale q.b.
  • -farina di mais q.b.
  • -olio e.v.o. q.b.
  • -scorza di limone q.b.

Procedimento:

pulite le carote e tagliatele a piccoli pezzi. Sbucciate i piselli. Lavate e affettate il cipollotto: in questa ricetta utilizziamo sia la parte verde che la parte bianca. Tagliate a metà i finocchi e lavateli, conservate la barbetta. In pentola a pressione cuocete  con il cestello a vapore i finocchi. Quando saranno cotti scavateli in modo che possano essere poi riempiti. In una padella aggiungete un poco d’olio e unite la curcuma. Mescolate. Unite il cipollotto, le carote e i piselli. Cuocete aggiungendo un poco d’acqua calda se necessario. Salate solo alla fine. Togliete alcuni piselli e qualche pezzetto di carote che userete per decorare il piatto. Procedete frullando il tutto con il mixer aggiungendo anche la polpa del finocchio. Ungete una pirofila e sistemate i finocchi, quindi con l’aiuto di un cucchiaio riempiteli con il composto. Aggiungete alcuni piselli e le carote interi e terminate con i ciuffi delle barbe dei finocchi. Mettete in forno a gratinare 220°C. Questo piatto è buono sia freddo che caldo. 

finocchi ripieni al forno1

Buona Pasqua 2019

Carissimi lettori, quest’anno non vi lascerò un nuovo dolce per festeggiare la Pasqua. Potrei trovare molte scuse ma la verità è che sono momentaneamente (almeno spero!) con poche idee e quelle poche anche confuse. Quindi dopo aver sperimentato più ricette, insoddisfatta del risultato ho scelto di ricordarvi quelle degli anni passati. 

Buona Pasqua!

buona pasqua 2019-2

  • 1- torta pane bicolore 
  • 2- dolce nido di pace
  • 3- biscotti della colazione senza zucchero
  • 4- budino con latte di cocco, tea matcha, fava di cacao
  • 5- la torta scomposta
  • 6- il nido pasquale

 

maionese di anacardi su broccoletti

La maionese di anacardi è veramente buonissima. Facile e veloce da preparare come tutte le ricette del blog. La chiamiamo maionese ma della maionese non ha nulla! Al posto delle uova vengono utilizzati gli anacardi, che dobbiamo ricordarci di mettere in ammollo 12 ore prima. L’ho preparata una domenica per far mangiare i broccoletti a chi chi ancora storce il naso. Un successo! Qualcuno goloso l’ha utilizzata anche per insaporire il suo riso Basmati. 

broccoletti maionese di anacardi13

maionese di anacardi su broccoletti

Ingredienti per i broccoletti:

-1 cipolla bianca

-500 g di broccoletti già lessatibroccoletti maionese di anacardi1

-1 manciata di uvetta sultanina

-peperoncino rosso q.b.

-olio e.v.o. q.b.

-sale marino integrale q.b.

per la maionese:

-1/2 tazza di anacardi ammollati

-1/2 di tazza d’acqua

-1/2 spicchio d’aglio

-1/2 cucchiaino di sale marino integralebroccoletti maionese di anacardi8

-1/2 tazza d’olio e.v.o. 

-paprika dolce a piacere

Procedimento per la maionese:

frullare tutti gli ingredienti tranne l’olio, lo aggiungerete dopo lentamente a filo finché la salsa non risulterà omogenea e ben emulsionata.

Procedimento per i broccoletti:

in una padella aggiungete l’olio, la cipolla affettata e il peperoncino se è gradito. Unite i broccoletti tagliati a cimette. Lasciate insaporire e unite l’uvetta sultanina precedentemente ammollata e ben strizzata. Fate saltare il tutto allegramente. Impiattate aggiungendo la maionese di anacardi. 

 

 

 

zuppa di sorgo e spinaci detox

Buongiorno cari lettori, oggi la proposta è una zuppa di sorgo e spinaci che potrete gustare anche tiepida o fredda. Il sorgo è un cereale di origini africane senza glutine. Delle diverse varietà quello utilizzabile per la nutrizione umana è quello bianco. La ricetta è detox aiuterà tutti quelli che sono a dieta, regalandovi l’energia di Braccio di Ferro. Facile l’esecuzione e veloce la sua preparazione. Negli ingredienti troverete gli spinaci surgelati non meravigliatevi: ho bisogno di liberare il congelatore delle verdure rimaste per fare posto a quelle nuove. Naturalmente la zuppa è possibile farla anche con gli spinaci freschi.

zuppa sorgo spinaci limone 1

Se vi interessano altre ricette con il sorgo potete curiosare… 

zuppa di sorgo e spinaci per single

Ingredienti:

  • -1 scalognozuppa sorgo spinaci limone4
  • -1 spicchio d’aglio
  • -peperoncino q.b.
  • -200 g di spinaci surgelati
  • -60 g di sorgo bianco
  • -1 limone 
  • -olio e.v.o. q.b.
  • -sale marino integrale q.b.

Procedimento:

mettete il sorgo in ammollo per circa due ore, scolatelo e lavatelo. Affettate lo scalogno, pulite lo spicchio d’aglio e fateli rosolare in una padella con un poco d’olio. Aggiungete il peperoncino, gli spinaci, e il sorgo. Aggiungete acqua calda salata e procedete alla cottura. Ci vogliono circa 15 minuti per la cottura del sorgo, ma controllate sulla confezione. Lasciate cuocere coperto, mescolate di tanto in tanto e se necessario aggiungete altra acqua calda. Quando il sorgo sarà quasi al termine della cottura aggiungete il succo di limone. Servite con bucce di limone essiccate. Potete scegliere se volete una zuppa brodosa o più asciutta a vostro piacimento. 

zuppa sorgo spinaci limone3

Club del Giallo

Il blog degli amanti della letteratura gialla, noir e poliziesca

Best Indian Food Blog

ALL INDIAN FOODS UNDER ONE ROOF

Nel giardino di Rosita

Tutto quello che accade nel mio giardino e dintorni

The Plastic-Free Chef

Reducing Kitchen Waste

Shekkaballah's Suggestions

A simple and real life

Magie vegan di Chicca e non solo...

Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo!

Chiedi alla nutrizionista

La vita non è vivere, ma vivere in benessere.

artnet News

cucina vegana per allergici e intolleranti

Diario di una cinica estetista

Vale tutto, purché sia intelligente.

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

conilsennodipoi

cucina vegana per allergici e intolleranti

Izy Hossack - Top With Cinnamon

Flexitarian & Baking Recipes from Londoner, Izy Hossack

La dispensa verde

Ritorno agli antichi saperi della cucina

LM

cosa leggono i passeggeri nei vagoni affollati?

LaCUCINAdiLUX

Il Crohn si può prevenire e sconfiggere

Club del Giallo

Il blog degli amanti della letteratura gialla, noir e poliziesca

Best Indian Food Blog

ALL INDIAN FOODS UNDER ONE ROOF

Nel giardino di Rosita

Tutto quello che accade nel mio giardino e dintorni

The Plastic-Free Chef

Reducing Kitchen Waste

Shekkaballah's Suggestions

A simple and real life

Magie vegan di Chicca e non solo...

Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo!

Chiedi alla nutrizionista

La vita non è vivere, ma vivere in benessere.

artnet News

cucina vegana per allergici e intolleranti

Diario di una cinica estetista

Vale tutto, purché sia intelligente.

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

conilsennodipoi

cucina vegana per allergici e intolleranti

Izy Hossack - Top With Cinnamon

Flexitarian & Baking Recipes from Londoner, Izy Hossack

La dispensa verde

Ritorno agli antichi saperi della cucina

LM

cosa leggono i passeggeri nei vagoni affollati?

LaCUCINAdiLUX

Il Crohn si può prevenire e sconfiggere

____________Mille Nuovi Orizzonti__________

Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

londarmonica

studio e ricerca: voce parlata - voce cantata - pratica strumentale

GasDelSito

gruppo di acquisto solidale

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente