insalata di cavolo cappuccio verde

Cari lettori vi comunico ufficialmente che è iniziata la stagione dei cavoli! Da oggi fino all’arrivo della primavera mangeremo cavoli e cavoli e così tanti cavoli che dovremo liberare tutta la nostra fantasia in cucina per non morire di noia. Quanti tipi di cavolo conoscete? Sono tantissimi dai sapori più diversi.  Proviamo insieme ad elencarli:

1- il cavolo verde cappuccio 

cavolo capuccio2

2-il cavolfiore bianco

4

ma anche viola senza dimenticare suo fratello quello romano

  3- i broccoletti

5

4-il cavolo cinese

insalata cinese

5-i cavoletti di Bruxelles

6 anche vestiti di viola cavoletti bruxelles viola3

6-il cavolo fiolaro

cavolo fioraio1

7-il kale

3

8-il cavolo verza

verza9

9-il cavolo cappuccio rosso

cavolocapuccio rosso6

10-il cavolo nero

cavolonero19

11-il pak cioi

pak choi3

Io ne ho in mente 11, ne manca qualcuno? E a voi piacciono i cavoli? Qual’è il vostro cavolo preferito? 

I cavoli fanno bene, molto bene. Qui potete trovare ben 10 motivi per mangiare i cavoli. Sarà necessario variare il modo di cucinarli per non annoiarsi e gustare pienamente tutta la loro bontà. 

cavolo cappuccio carote maionese uva erba cipollina2

Il cavolo cappuccio o lo si ama o lo si odia. Non ci sono mezze misure per questa verdura. Si può mangiare crudo in insalata o cotto in padella. Personalmente mi piace sia in insalata tagliato sottile e ben condito che saltato in padella. Buono anche in aggiunta alle minestre e ai minestroni. La ricetta di oggi è una fresca insalata di cavolo cappuccio. Andrà tagliato sottilmente e ancora più sottile per chi lo ama poco. Sarà ben condito con la maionese vegan – qui, la ricetta per prepararla in casa in un battibaleno -, accompagnato dalle carote a julienne, dall’erba cipollina e dai bei chicchi d’uva nera. Niente di difficile da preparare e ottimo da gustare.

cavolo cappuccio carote maionese uva erba cipollina5

insalata di cavolo cappuccio

Ingredienti:cavolo cappuccio carote maionese uva erba cipollina3

  • -1/4 di verza
  • -1 carota
  • -1 cucchiaino di erba cipollina
  • -chicchi di uva nera q.b.
  • -maionese vegan q.b.

Procedimento:

tagliate il cavolo verza sottilmente e lavatelo sotto il getto dell’acqua poi asciugatelo. Sbucciate le carote e tagliatele a julienne. Unite le due verdure e conditele con la maionese vegan. Aggiungete l’erba cipollina e ultimate con i chicchi d’uva nera.

cavolo cappuccio carote maionese uva erba cipollina2

 

 

Annunci

zucchine ripiene al forno

Vi piacciono le verdure al forno ripiene? Quella di oggi è una ricetta che vi farà ingolosire: zucchine ripiene. Ripiene di che?, mi domanderete. Le verdure ripiene sono realizzate con l’uso del formaggio, dell’uovo, del pan grattato e queste verdure ripiene vegane come si possono preparare? Con le lenticchie! Ripiene di bontà, proteine, energia e salute!

zucchine ripiene lenticchie14

Ancora una volta vi suggerisco per cuocere i legumi l’uso della pentola a pressione: ho scoperto che c’è ancora qualcuno che la teme come una bomba ad orologeria! Non abbiate paura provatela e non l’abbandonerete più! Ricordatevi che non solo salverete il vostro tempo praticamente dimezzando i tempi di cottura ma sprecherete meno acqua, meno energia che sia gas o elettricità e conserverete meglio le proprietà degli alimenti. Potete acquistare delle lenticchie che non hanno bisogno di ammollo e sbrigarvela ancora prima. E ancora, trucchetto da casalinga, cuocere delle lenticchie in più che se vi avanzeranno potrete frullare e trasformare in una vellutata da gustare subito o da congelare per quei giorni in cui il tempo della cucina è ridotto a zero!  Siete pronti per andare a fare la spesa? 

zucchine ripiene lenticchie6

zucchine ripiene al forno

Ingredienti per due persone:

  • -2 zucchine
  • zucchine ripiene lenticchie1-70 g di lenticchie
  • -1 carota
  • -un gambo di sedano
  • -una cipolla
  • -uno spicchio d’aglio
  • -sale marino integrale q.b.
  • -1 foglia di alloro
  • -1 cucchiaino di curcuma
  • -farina di mais q.b.
  • -olio e.v.o. q.b

Procedimento: 

per prima cosa dovete pulire le verdure: sbucciare le carote e tagliarle a pezzetti, lo stesso fate per il sedano e la cipolla. Sciacquate le lenticchie sotto il getto dell’acqua. Versate nella pentola l’olio e aggiungete le verdure, le lenticchie, la curcuma e l’alloro. Lavate le zucchine tagliatele a metà per la lunghezza e con lo scavino svuotatele dell’interno che verserete nella pentola. Aggiungete la quantità d’acqua secondo le istruzione della confezione e cominciate la cottura. In pentola a pressione vi occorreranno circa 15 minuti. Una volta cotte le lenticchie salatele aggiungete un poco di farina di mais per asciugare il liquido e a cucchiaiate cominciate a riempire le zucchine. Scaldate il forno a 180°C. Sistemate le zucchine in una teglia rivestita di carta da forno e cuocetele per circa 45 minuti.

zucchine ripiene lenticchie14

 

lasagna con le zucchine

C’è qualcuno che fa proprio fatica a mangiare la verdura… Ci prova perché “Chi non assaggia non saprà mai cosa si perde!” ma il naso si arriccia. La nonna non si arrende. Le zucchine lesse – si avete letto bene: le stupide zucchine lesse -, sono al momento il top della verdura che Luca riesce a mangiare così una mattina di agosto decido di affrontare di buon ora il caldo e preparare una lasagna con le zucchine per il giovine. Cuore di nonna! Un successo!

lasagna zucchine17

Ricetta che vi consiglio perché:

1- la lasagna è fatta con farina di mais e di riso quindi è naturalmente senza glutine

2- ci si nasconde bene la verdura e questo permette ai bambini e ai grandi capricciosi di prendere la loro dose quotidiana

3- la potete anche congelare e scongelare quando siete disperati

4- è veloce da preparare e il tempo di cottura è di soli 20 minuti

lasagna zucchine12

lasagne con le zucchine

Ingredienti:

-lasagne di farina di riso e mais –considerate che potete al massimo fare tre strati e                                                                       quindi regolatevi a seconda della teglia che userete-

-zucchine q.b.lasagna zucchine1

-scalogno q.b.

-besciamella di soya q.b. *qui

-1 spicchio d’agliolasagna zucchine2

-olio e.v.o. q.b.

-sale marino integrale q.b.

-semi di canapa sativa q.b.lasagna zucchine3

-semi di papavero q.b.

-semi di sesamo q.b.

Procedimento:lasagna zucchine4

per quanto riguarda la pasta delle lasagne potete scegliere se scottarle brevemente in acqua salata o usarle così sapendo che dovrete mantenere più liquido il condimento. Io ho preferito questa volta scottarle in modo da ridurre anche il tempo di cottura in forno, visto che già la cucina era un forno! Per quanto riguarda la besciamella di soya potete trovare la ricetta qui. Lavate le zucchine e tagliatele a pezzi, sistematele nel vostro robot aggiungendo lo spicchio d’aglio e lo scalogno puliti. Andate di gran velocità aggiungendo l’olio e il sale. Quando si sarà formata una crema sarete pronti per cominciare a preparare la teglia. Ungete un poco la teglia e poi cominciate a disporre le lasagne in modo da coprire bene il fondo. A questo punto versate il condimento delle zucchine e terminate questo primo strato con la besciamella. Versate un po’ dei semi. Procedete così facendo tre strati. Terminate cospargendo con i semi di canapa, di papavero, di sesamo. Infornate a 180°C per circa 20 minuti. La lasagna è pronta, tutti a tavola! 

 

 

veg sushi

sushi veg1-4Questo è il mio primo veg-sushi. In passato avevo provato a fare il sushi vero -quando  ancora mangiavo pesce- ed era andata piuttosto bene. Poi non ho più voluto provarci, avevo anche comprato le alghe un po’ di tempo fa e ogni tanto le guardavo di sottecchi aprendo il mobile della cucina. Questa estate la decisione: mi sono accorta che le alghe erano in scadenza! E così mi sono data una mossa e ho ripescato quel bellissimo libro di cucina giapponese con le istruzioni per la preparazione del piatto. Il libro è molto ben illustrato e foto dopo foto ho seguito la ricetta per la preparazione del riso. Questa che vi propongo è l’originale ma quando andrete a comperare il riso per sushi leggete le istruzioni per la preparazione che potrebbero essere differenti così come i tempi di cottura.

sushi veg1-20

VEG SUSHI

Preparazione del riso per sushi

Ingredienti per due persone:

-250 g di riso per sushi

-2 foglie di alga nori

-70 ml di aceto di riso

-sale marino integrale q.b.

Procedimento:

lavate il riso in acqua fredda, continuando a cambiare l’acqua finché questa non risulta pulita. Lasciate a bagno, in acqua fredda pulita, il riso per 15 minuti. Scolatelo e lasciatelo riposare per 10 minuti. Mettete il riso in una pentola con una dose di acqua pari al doppio del riso a fuoco basso e coperto fino a quando comincia il bollore quindi abbassate la fiamma e cuocete per circa 10 minuti. Toglietelo dal fuoco e lasciatelo riposare per altri 10 minuti. Sciogliete il sale nell’aceto di riso. Versate lentamente l’aceto sul riso mescolandolo delicatamente. La tradizione vorrebbe che si sventolasse un apposito ventaglio –uchiwa– per far evaporare l’odore dell’aceto. Mescolate delicatamente con un cucchiaio di legno in modo che non si rompano i chicchi di riso. Spostate tutto  il riso in un angolo del recipiente in questo modo non si asciugherà troppo. Potete anche coprirlo con un panno umido e lasciarlo riposare. La tradizione vorrebbe anche che insieme all’aceto e al sale ci sia anche un poco di zucchero ma io non l’ho messo. Perché? Semplicemente perché in casa mia non esiste! 

Ingredienti del ripieno:sushi veg1-14

-1 mango piccolo

-1 avocado

-2 cetrioli piccoli

-succo di limone q.b.

Preparazione del ripieno:

sbucciate il mango, il cetriolo e l’avocado.

Affettateli formando dei bastoncini. Ricordatevi di spruzzare un poco di limone sull’avocado altrimenti si annerisce. 

Preparazione del sushi:

vi servirà una stuoina costituita con una serie di listelle di bambù –makisu-.

  sushi veg1-5       sushi veg1-8       sushi veg1-9

Sopra distendete delicatamente un foglio di alga nori e sopra verste il riso cercando di uniformare la sua stesura lasciando circa due centimetri dal bordo in alto. Controllate che abbia lo stesso spessore in tutti i punti. Sistemate i bastoncini di avocado per il lungo e poi quelli di cetriolo e per finire quelli di mango.

sushi veg1-10

Poi cominciate ad arrotolare facendovi aiutare dalla stuoina che scorre; man mano che arrotolate fate una leggera pressione uniforme su tutto il rotolo. Quando sarà il momento di tagliarlo usate un coltello molto affilato (il mio non lo era è ho avuto un po’ di difficoltà) bagnando la lama in acqua. Decorate il piatto con cetriolo e mango avanzato. Servite con la salsa Tamari.

dav

insalata di carote e pompelmo

Vi piacciono le carote? Sembra che a quasi tutti gli umani questa verdura sia molto gradita. Dai più piccoli che cominciano a gustarla cotta nelle prime pappette ai grandicelli resistenti alle verdure. Ho conosciuto solo una persona che amava questo ortaggio solo da crudo ma lo odiava cotto. Insomma con le carote non puoi sbagliare! La carota è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Apiaceae. Il suo fusto di colore verde ha delle foglie commestibili con cui si può preparare un non-pesto, un’happy salsa buonissima: eccola qui. Con le carote si possono preparare anche dei dolci: la mia ricetta per la torta vegan di carote senza farina la trovate qua

insalata pompelmo carote12

Oggi invece vi propongo un’insalata di contorno semplicissima dove il dolce della carota si contrasta con il gusto un po’ asprigno del pompelmo rosa. Per questa ricetta è necessaria tanta pazienza per poter sbucciare al vivo gli spicchi: potete farlo passando con un coltello seghettato fra una pellicina e l’altra.

Se avete voglia di fare pratica nello sbucciare al vivo i pompelmi qui c’è un’altra insalata da provare, qua un primo piatto con la quinoa, quo l’aspic per i più golosi.qui_quo_qua2

insalata di carote e pompelmo

Ingredienti:

  • -4 carote grosse
  • -2 pompelmi rosa
  • -nocciole tostate
  • -olio e.v.o. q.b.
  • -sale marino integrale q.b.
  • -pepe nero q.b.

Procedimento:

sbucciate al vivo i pompelmi rosa, fate in modo di conservare il loro succo. Sbucciate le carote e grattugiatele a fiammifero. Unite in una terrina le carote, gli spicchi di pompelmo tagliati pezzetti. Condite con l’olio e il succo di pompelmo ben miscelate in cui avrete sciolto il sale e macinato fresco il pepe nero. Aggiungete le nocciole tostate.

insalata pompelmo carote4

 

 

 

insalatona vegana

Una sera di agosto decido di uscire a cena con gli amici, amici che non sono come te vegani e che pur non rinunciando alla loro dieta sono disponibili a cercare un locale dove anche tu, che sei vegana!!!!, possa mangiare. Molti locali a Milano erano chiusi e già questo riduceva la scelta. Faceva caldissimo e più che cenare avevamo voglia di una bella ricca fresca insalatona. Così ci trovammo tutti d’accordo su un locale piuttosto famoso della città come panineria e che offre anche un’ampia scelta di insalatone. Cosa sono le insalatone? Le insalatone sono piatti o meglio ciotole composte con verdure miste crude -insalata, pomodori, carote, etc.- con l’aggiunta di una/due parti proteiche -mozzarella, tonno, dadolata di prosciutto, uova, etc.- in alcuni casi è presente anche un cereale tipo crostini di pane. Sono piatti unici che risolvono. Che cosa? Il poco tempo a disposizione per mangiare quando pranziamo in un intervallo lavorativo per esempio, sono in genere piacevoli perché rinfrescanti d’estate, e sopratutto tolgono dall’impiccio di cosa scegliere per avere un’alimentazione completa di tutti i nutrienti. Non sono qui per fare il pippone a chi mangia diverso da me ma piuttosto per parlare di chi sta usando la dieta vegana per fare cassetta senza neanche la minima preparazione su quelle che sono le basi di questa dieta. Ora, tornando a quella sera mi sono trovata nel menù non una ma bensì due insalatone vegane! WoW! mi sono detta e ho letto gli ingredienti di entrambe, ho analizzato e pesato cosa andavo a mangiare e ho fatto la mia scelta su quella che per me era l’opzione migliore. insalatona veg15Quando sono arrivate le insalate anche visivamente si poteva notare la differenza. La mia insalatona era così composta: insalata soncino, carota, uvetta sultanina, semi misti tostati, mela verde, mandorle tostate, fave di cacao. Buonissima! ma… dove erano le mie proteine? Quelle delle mandorle? O quelle del cacao? O forse quelle dei semi? Troppo poche se confrontiamo le insalatone dei non-veg! La mia risultava assolutamente incapace di soddisfare appieno la mia dieta. Che forse sia il caso di documentarsi sulla dieta vegana prima di proporre piatti? Anche a noi servono le proteine e ci sono diversi alimenti che ce le offrono: i legumi (lenticchie, ceci, fagioli, soya), il tofu, il tempeh, l’avocado, i funghi, i semi di canapa, il grano saraceno, la quinoa. Noi non mangiamo solo foglie d’insalata! Non mi serve avere tanti piatti vegani in un locale che non lo è ma offrirmi almeno un  piatto che soddisfi i nutrienti  della mia dieta sì!

insalatona veg13

Oggi vi propongo un’insalatona vegana che può essere un’esempio di come comporre il piatto rispettando i nutrienti.

insalatona vegana

Ingredienti per una persona:

  • -insalata valeriana q.b.
  • -una mela verde bio
  • -un cucchiaio di uvetta sultaninainsalatona veg12
  • -un cucchiaio di semi di zucca
  • -un cucchiaio di semi di girasole
  • -un cucchiaio di semi di canapa
  • -due cucchiai di fiocchi di fagioli borlotti
  • -succo di limone
  • -olio e.v.o. q.b.
  • -sale marino integrale q.b.

Procedimento:

lavate l’insalata, affettate la mela (se è bio mantenete la buccia). Sistemate al centro della ciotola l’insalata e attorno distribuite le fettine di mela. Cospargete il tutto con l’uvetta sultanina, i semi, e i fiocchi di fagioli borlotti. Condite con sale marino integrale in olio e.v.o. e succo di limone.

 

 

happy salsa di zucchine

Non poteva mancare sul finire della stagione il non-pesto di zucchine. O meglio l’happy salsa di zucchine! C’è poco da dire se non che potete solo affrettarvi prima che finisca la stagione e mettervi subito al lavoro! Nessun mortaio e pestello solo un mixer e tanta buona volontà. Velocissimo da preparare, nessuna dose prescritta. Assaggiate e preparatelo secondo il vostro gusto: più aglio, meno aglio, più basilico meno basilico, menta tanta o poca, pinoli in quantità adeguata ad assorbire il liquido.

pesto di zucchine6

Come si mangia? Come condimento della pasta o di un cereale -con il farro è ottima- oppure usatelo come antipasto su fette di pane o gallette, provatelo anche come condimento per la vostra insalata.

non pesto alle zucchine ovvero happy salsa alle zucchine

Ingredienti q.b.

  • -zucchinapesto di zucchine5
  • -basilico
  • -menta
  • -pinoli
  • -aglio
  • -sale marino integrale
  • -pepe nero
  • -olio e.v.o.

Procedimento:

lavate le zucchine, il basilico, la menta. Sbucciate l’aglio. Sistemate il tutto nel contenitore del mixer e andate di velocità. Si conserva 2-3 giorni in frigorifero. Non so se è possibile congelarlo perché quello preparato è stato mangiato tutto. Sappiatelo!

 

gelato cocco banana

Una super chicca facile, facile per abbattere il caldo. Il gelato cocco e banana fatto in casa senza la gelatiera. Se avete a disposizione un robot da cucina e il congelatore potete gustarvelo esageratamente. Due gli ingredienti e se proprio volete dargli quel tocco in più di eleganza vi basta un cucchiaio di gocce di cioccolato fondente.

gelato banana cocco1

Ingredienti:

-cocco fresco grattugiato q.b.

-banana q.b.

-gocce di cioccolato fondente

Procedimento:

come tutti i gelati presenti nel blog anche questo è preparato con il solo aiuto del congelatore e di un robot da cucina; se poi avete una gelatiera ancora meglio. La prima fase consiste nel preparare la frutta in questo caso la banana che viene sbucciata e tagliata a rondelle e surgelata; per il cocco sarà bene grattugiare la sua polpa e sistemata in un contenitore riporla nel congelatore. Il lavoro sarà fatto dal robot che con la sua forza di 10 braccia trasformerà la frutta ghiacciata in una gustosissima crema gelato. Decorate con le gocce.

frullato super esotico

Cucù! C’è qualcuno? Sono stata in vacanza e forse ci resterò ancora per un po’. Questa di oggi è una incursione rapida nella vostra estate per ricordarvi che nel periodo caldo è bene cambiare la nostra alimentazione rendendola gradevolmente fresca oltre che piena di energia. Ecco che la nostra colazione o il pranzo possono trasformarsi in un gradevole frullato. Lo potete preparare e conservare al fresco di una borsa termica e gustare in riva al mare o in mezzo a un bosco. Il suo colore verde pastello già ci fa sentire più freschi.

frullato avocado banana cocco noce moscata8

frullato super esotico

frullato avocado banana cocco noce moscata1

Ingredienti per una persona:

  • -200 ml di latte di cocco
  • -60 g di avocado
  • -60 g di banana
  • -noce moscata q.b.

Procedimento:

sbucciate l’avocado e la banana, fateli a pezzi e buttateli nel vostro frullatore con il latte di cocco.

Via di gran velocità! Servite con una grattugiata di noce moscata! 

insalata di germogli

Avete mai mangiato i germogli? Lo sapete che i germogli sono un cibo molto nutriente? Sono semplici da coltivare in casa ma potete trovarli anche nei supermercati. Per godere pienamente delle loro grandi proprietà dovete mangiarli crudi. Cosa c’è di meglio per affrontare la calda estate?

insalata germogli2

Quella di oggi non è una vera ricetta ma solo un fresco e sano suggerimento per un pranzo nutriente e leggero. In questa semplice ma ricca insalata ho usato tre tipi di germogli.

I germogli di alfa-alfa, ovvero di Erba Medica, che appartengono alla famiglia delle leguminose. Il loro sapore è dolce.

I germogli di ravanello rosso che hanno invece un gusto piccante.

Infine i germogli di rafano che hanno un piccantino deciso.

Guardate come sono belli nella loro naturale freschezza! 

insalata germogli4

insalata di germogli

Ingredienti per una persona:

-una manciatina di germogli alfa-alfa  insalata germogli7

-una manciatina di germogli di ravanello rosso

-una manciatina di germogli di rafano

-una manciatina di mirtilli

-il succo di limone

-olio e.v.o. q.b.

-sale marino integrale q.b.

Procedimento:

preparate il dressing per la vostra insalata con olio extravergine d’oliva, e succo di limone. Aggiungete il sale. Sistemate i germogli in una ciotola e aggiungete i mirtilli, condite e gustate.

insalata germogli12

 

The Plastic-Free Chef

Reducing Kitchen Waste

Shekkaballah's Suggestions

A simple and real life

Magie vegan di Chicca e non solo...

Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo!

Chiedi alla nutrizionista

La vita non è vivere, ma vivere in benessere.

The Zero-Waste Chef

No packaging. Nothing processed. No waste.

artnet News

cucina vegana per allergici e intolleranti

Diario di una cinica estetista

Vale tutto, purché sia intelligente.

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

conilsennodipoi

cucina vegana per allergici e intolleranti

Izy Hossack - Top With Cinnamon

Flexitarian & Baking Recipes from Londoner, Izy Hossack

La dispensa verde

Ritorno agli antichi saperi della cucina

LM

cosa leggono i passeggeri nei vagoni affollati?

Nel giardino di Rosita

Tutto quello che accade nel mio giardino e dintorni

____________Mille Nuovi Orizzonti__________

Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

londarmonica

studio e ricerca: voce parlata - voce cantata - pratica strumentale

The Plastic-Free Chef

Reducing Kitchen Waste

Shekkaballah's Suggestions

A simple and real life

Magie vegan di Chicca e non solo...

Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo!

Chiedi alla nutrizionista

La vita non è vivere, ma vivere in benessere.

The Zero-Waste Chef

No packaging. Nothing processed. No waste.

artnet News

cucina vegana per allergici e intolleranti

Diario di una cinica estetista

Vale tutto, purché sia intelligente.

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

conilsennodipoi

cucina vegana per allergici e intolleranti

Izy Hossack - Top With Cinnamon

Flexitarian & Baking Recipes from Londoner, Izy Hossack

La dispensa verde

Ritorno agli antichi saperi della cucina

LM

cosa leggono i passeggeri nei vagoni affollati?

Nel giardino di Rosita

Tutto quello che accade nel mio giardino e dintorni

____________Mille Nuovi Orizzonti__________

Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

londarmonica

studio e ricerca: voce parlata - voce cantata - pratica strumentale

GasDelSito

gruppo di acquisto solidale

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan